Infortuni gomma, materie plastiche prodotti chimici

Infor.MO, Fattori causali e dinamiche infortunistiche nella fabbricazione di articoli in gomma, materie plastiche e prodotti chimici

Prodotto: Fact sheet Edizioni: Inail – 2023

DATI DESCRITTIVI

La scheda riporta l’analisi dei dati infortunistici registrati nei settori in studio con lo scopo di fornire un quadro più ampio possibile per facilitare le azioni di riduzione e gestione del rischio.

La prima parte della scheda presenta un approfondimento delle caratteristiche degli infortuni occorsi nei due settori di attività riferiti alla Fabbricazione di prodotti chimici e alla Fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche (rispettivamente codici C20 e C22 della classifi cazione Ateco 2007).

In Italia, secondo il Registro statistico delle imprese attive (ASIA) dell’Istat, al 2020 per il settore della Fabbricazione di prodotti chimici risultano attive 4.218 imprese, mentre per il settore della Fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche si registrano, allo stesso anno, 9.881 imprese attive. I due settori considerati raffi gurano il 3,8% delle imprese dell’industria manifatturiera mentre in termini di fatturato ne rappresentano circa il 12,1%.

L’analisi temporale dell’andamento degli infortuni si riferisce al quinquennio 2016 – 2020. Per il calcolo della variazione percentuale nel periodo non si è però tenuto conto dell’anno evento 2020, interessato dall’evoluzione della pandemia da Covid-19 che, come ben noto, ha impattato fortemente sulle attività lavorative e sulla numerosità degli infortuni denunciati e riconosciuti dall’Inail. Per entrambi i settori in analisi nel periodo 2016 – 2019 si rileva una diminuzione degli eventi riconosciuti positivi con una contrazione però inferiore alla media del complesso di settori appartenenti al Manifatturiero.

download Fattori causali e dinamiche infortunistiche nella fabbricazione di articoli in gomma, materie plastiche e prodotti chimici. Portaleconsulenti
download

Nel dettaglio oltre a presentare l’andamento infortunistico dei dati di fonte assicurativa, in termini di frequenza ed indice di incidenza, vengono esaminate le caratteristiche delle modalità di accadimento e dei fattori causali degli infortuni analizzati. Sono poi indicate alcune delle principali misure di prevenzione e protezione da attuare per il contenimento e la riduzione del rischio infortunistico.

Infortuni, Stress settore sanitario, interpello, vigilanza

portaleconsulenti
portale consulenti

News sicurezza, ambiente, qualità,  E-learning, Formazione,  Competenze. Newsletter 39 del 3 Novembre 2022

Infortuni, Stress settore sanitario, interpello, vigilanza, Formazione

In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it.

Ricordiamo che l’accesso al Portale è Gratuito per l’utilizzo dell’intera Banca Dati.


INFORTUNI PESCA MARITTIMA

 

IL SETTORE DELLA NAVIGAZIONE E DELLA PESCA MARITTIMA: INFORTUNI E MALATTIE PROFESSIONALI NEGLI ANNI DELLA PANDEMIA DI COVID-19 infortuni sul lavoro Pubblicazione realizzata da Inail Consulenza statistico attuariale Il settore …LEGGI TUTTO


EFFETTI SULLA SALUTE DI SPECIFICI RISCHI OCCUPAZIONALI

 

CONTRIBUTO DELL’INAIL ALLA PRODUZIONE DELLE STIME GLOBALI DEGLI EFFETTI SULLA SALUTE DI SPECIFICI RISCHI OCCUPAZIONALI RISCHI OCCUPAZIONALI La disponibilità di stime sanitarie accurate e trasparenti sull’impatto di malattie e infortuni …LEGGI TUTTO


I SEMIOCHIMICI IN AGRICOLTURA

 

I SEMIOCHIMICI: UN NUOVO APPROCCIO IN AGRICOLTURA E STATO DELL’ARTE INAIL 2022 Nel settore agricolo, l’impiego di ‘semiochimici’ rappresenta un nuovo strumento per il controllo biologico e integrato degli insettiLEGGI TUTTO


SICUREZZA NELLE BIOTECNOLOGIE INDUSTRIALI

 

Il Progetto europeo RES URBIS INAIL 2022 Pubblicazione realizzata da Inail Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, pprodotti e insediamenti antropici (Dit) Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (Contarp) …LEGGI TUTTO


STRESS LAVORO-CORRELATO settore sanitario

 

Stress settore sanitario. Modulo contestualizzato al settore sanitario INAIL 2022 LA METODOLOGIA PER LA VALUTAZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO Pubblicazione realizzata da Inail Dipartimento di medicina, epidemiologia, igiene del …LEGGI TUTTO


Informare, educare, curare

 

Libro Bianco “Informare, educare, curare: verso un modello partecipativo ed integrato dell’alcologia italiana” A cura di Ministero della Salute 2022 Abstract Il Libro Bianco è stato curato dal Gruppo Redazionale …LEGGI TUTTO


sorveglianza sanitaria interpello

 

La Commissione per gli interpelli in materia di salute e sicurezza del Ministero del Lavoro ha pubblicato l’interpello n. 2 del 26 ottobre 2022, con il quale ha fornito, alla …LEGGI TUTTO


Vigilanza nei cantieri

 

i dati INL dell’attività di vigilanza nei cantieri L’Ispettorato Nazionale del Lavoro rende noti i risultati dell’attività di vigilanza messa in campo dal 1 gennaio al 30 settembre 2022 su …LEGGI TUTTO


Gestione rifiuti, interpello, Fondo nuove competenze, salari minimi

 

News sicurezza, ambiente, qualità,  E-learning, Formazione,  Competenze. Newsletter 38 del 25 Ottobre 2022 Gestione rifiuti, interpello, Fondo nuove competenze, salari minimi. In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti …LEGGI TUTTO


Bando formazione, organismi paritetici, rischi, Bonus bollette

 

News sicurezza, ambiente, qualità,  E-learning, Formazione,  Competenze. Newsletter 37 del 19 Ottobre 2022, Bando formazione, organismi paritetici, rischi, Bonus bollette. In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a …LEGGI TUTTO


 

Inoltre siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti. Scopri di più

Gruppo linkedin del Portale Consulenti

Ad ogni modo, Cliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità  in ambito HSE sicurezza ambiente qualità  E-learning

Newsletter 39 del 3 Novembre 2022

Infortuni, Stress settore sanitario, interpello, vigilanza

Infortuni, Contributi, danno biologico, DM Antincendio

portaleconsulenti
portale consulenti

News sicurezza, ambiente, qualità,  E-learning, Formazione,  Competenze. Newsletter 34 del 27 Settembre 2022, Infortuni, Contributi, danno biologico, DM Antincendio.

In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it.

Ricordiamo che l’accesso al Portale è Gratuito per l’utilizzo dell’intera Banca Dati.


Plastica riciclata negli imballaggi

 

La Commissione europea ha adottato nuove norme per permettere l’uso di plastica riciclata negli imballaggi alimentari Il regolamento permette di autorizzare processi di riciclo per la fabbricazione di materiali di …LEGGI TUTTO


INFORTUNI SCHEDA NAZIONALE COVID-19

 

I dati sulle denunce da COVID-19 (monitoraggio al 31 agosto 2022) INAIL 2022 INFORTUNI. L’articolo 42, comma 2, del Decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 dispone che nei casi accertatiLEGGI TUTTO


Contributi per motori elettrici

 

Contributi per motori elettrici: con il decreto 19 luglio 2022 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 215 del 14 settembre 2022) il ministero della Transizione ecologica ha disciplinato i criteri e …LEGGI TUTTO


Carrozzerie mobili Albo gestori

 

Pubblicata la circolare del comitato nazionale dell’Albo gestori ambientali 19 settembre 2022, n. 8 Carrozzerie mobili: la cancellazione dall’Albo gestori è l’oggetto della circolare 19 settembre 2022, n. 8. In …LEGGI TUTTO


Radiofarmaci in ambito lavorativo

 

Indicazioni operative aggiornate e integrate per la conformità al d.lgs. 101/2020. Pubblicazione realizzata da Inail Dipartimento di medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale L’utilizzo di radionuclidi in ambito sanitario …LEGGI TUTTO


Indennizzi danno biologico

 

Circolare n. 35 INAIL danno biologico Indennizzi del danno biologico: rivalutazione annuale degli importi a decorrere dal 1° luglio 2022. La legge di stabilità 2016 ha introdotto un meccanismo di …LEGGI TUTTO


DM Antincendio proroga

 

DM Antincendio Il Ministero dell’interno ha comunicato l’emanazione del decreto 15 settembre 2022 che proroga di un anno l’entrata in vigore del c.d. Decreto controlli D.M. 01.09.2021. Comunicazione di prossima …LEGGI TUTTO


Formazione antincendio 2022

 

Il decreto “GSA” – d.m. 2 settembre 2021. Aggiornamento – Corsi – Requisiti dei docenti – Disposizioni – modalità FAD
(formazione a distanza) di tipo sincrono, Contenuti minimi dei corsi di formazione…LEGGI TUTTO


Rifiuti, Sostanze pericolose, Sicurezza antincendio

 

News sicurezza, ambiente, qualità,  E-learning, Formazione,  Competenze. Newsletter 33 del 15 Settembre 2022, Rifiuti, Sostanze pericolose, Sicurezza antincendio. In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una …LEGGI TUTTO


 

Rifiuti, Lavoro agile, Amianto, Radioprotezione

 

News sicurezza, ambiente, qualità,  E-learning, Formazione,  Competenze. Newsletter 32 del 7 Settembre 2022, Rifiuti, Lavoro agile, Amianto, Radioprotezione. In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una …LEGGI TUTTO


Lavoro agile, pannelli fotovoltaici, Interpello, aerazione

 

News sicurezza, ambiente, qualità,  E-learning, Formazione,  Competenze. Newsletter 31 del 30 Agosto 2022, Lavoro agile, pannelli fotovoltaici, Interpello, aerazione. In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviareLEGGI TUTTO


Inoltre siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti. Scopri di più

Gruppo linkedin del Portale Consulenti

Ad ogni modo, Cliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità  in ambito HSE sicurezza ambiente qualità  E-learning

Newsletter 34 del 27 Settembre 2022

Infortuni, Contributi, danno biologico, DM Antincendio

INFORTUNI SCHEDA NAZIONALE COVID-19

I dati sulle denunce da COVID-19 (monitoraggio al 31 agosto 2022) INAIL 2022 INFORTUNI.

L’articolo 42, comma 2, del Decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 dispone che nei casi accertati di infezione da coronavirus (SARS-CoV-2) in occasione di lavoro, il medico certificatore redige il consueto certificato di infortunio e lo invia telematicamente all’Inail che assicura, ai sensi delle vigenti disposizioni, la relativa tutela dell’infortunato.

Le prestazioni Inail nei casi accertati di infezioni da coronavirus in occasione di lavoro sono erogate anche per il periodo di quarantena o di permanenza domiciliare fiduciaria dell’infortunato con la conseguente astensione dal lavoro.

Si precisa che, secondo l’indirizzo vigente in materia di trattazione dei casi di malattie infettive e parassitarie (come appunto il Covid-19, ma anche ad esempio l’Aids, la tubercolosi, il tetano, la malaria, le epatiti virali), l’Inail tutela tali affezioni morbose, inquadrandole, per l’aspetto assicurativo, nella categoria degli infortuni sul lavoro: in questi casi, infatti, la causa virulenta è equiparata a quella violenta.

Lavoratori

Sono destinatari di tale tutela, quindi, i lavoratori dipendenti e assimilati, in presenza dei requisiti soggettivi previsti dal decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1965, n. 1124, nonché gli altri soggetti previsti dal decreto legislativo 23 febbraio 2000, n. 38 (lavoratori parasubordinati, sportivi professionisti dipendenti e lavoratori appartenenti all’area dirigenziale) e dalle altre norme speciali in tema di obbligo e tutela assicurativa Inail.

Datore di lavoro

Il datore di lavoro agisce, secondo le regole prescritte per l’infortunio sul lavoro, con l’invio della denuncia di infortunio ma, per l’ammissione del caso alla tutela Inail, è necessario il certificato medico che attesti la conferma diagnostica del contagio.

Nell’evoluzione della situazione pandemica, l’ambito della tutela ha riguardato innanzitutto gli operatori sanitari esposti a un elevato rischio di contagio ma, ad una condizione di elevato rischio, sono state ricondotte anche altre attività lavorative quali ad esempio quelle che comportano un costante contatto con il pubblico/l’utenza.

In via esemplificativa, ma non esaustiva, si indicano: lavoratori che operano in front-office, alla cassa, addetti alle vendite/banconisti, personale non sanitario operante all’interno degli ospedali con mansioni tecniche, di supporto, di pulizie, operatori del trasporto infermi, etc. Le predette categorie non esauriscono, però, l’ambito di intervento in quanto residuano casi, anch’essi meritevoli di tutela.

download I dati sulle denunce da COVID-19 SCHEDA NAZIONALE INFORTUNI COVID-19

INAIL Relazione annuale 2021

I dati sull’andamento infortunistico e tecnopatico, i risultati economici conseguiti e le attività realizzate sui fronti della ricerca, della prevenzione, della riabilitazione e degli investimenti sono stati presentati a Palazzo Montecitorio dal presidente Franco Bettoni.

Al netto dei contagi da Covid-19 di origine professionale, gli infortuni “tradizionali” denunciati sono aumentati del 20% e i casi mortali di quasi il 10%


“La ripresa delle attività produttive dopo la pandemia deve proseguire in accordo con l’esigenza primaria di garantire la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro”. Lo ha detto questa mattina a Roma il presidente dell’Inail, Franco Bettoni, in occasione della presentazione a Palazzo Montecitorio della Relazione annuale 2021, alla presenza del vicepresidente Paolo Lazzara, dei consiglieri di amministrazione Teresa ArmatoCesare Damiano e Francesca Maione, del presidente del Consiglio di indirizzo e vigilanza, Guglielmo Loy, del direttore generale Andrea Tardiola e della presidente del Collegio dei sindaci, Daniela Carlà.

Illustrando alla Presidenza della Camera dei deputati, al ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Andrea Orlando, e alle altre autorità presenti l’andamento di infortuni e malattie professionali che emerge dai dati dell’Istituto, le attività realizzate, i risultati economici conseguiti e gli obiettivi strategici per il futuro, Bettoni ha citato il Capo dello Stato, che ha più volte richiamato la necessità di azzerare le morti sul lavoro, sottolineando che “l’Inail è pronto a fare la sua parte, aumentando gli investimenti sulla sicurezza e avvalendosi dei progressi compiuti in questi anni dalla ricerca scientifica”.

“Per l’Italia – ha aggiunto – i fondi stanziati dall’Unione europea nell’ambito del programma Next Generation EU rappresentano un’occasione unica di sviluppo, investimenti e riforme”. Si tratta, infatti, di “un’opportunità imperdibile per rafforzare il processo di modernizzazione e semplificazione della pubblica amministrazione, per potenziare le infrastrutture e le filiere produttive, e per migliorare la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori, puntando su formazione e cultura della sicurezza”.

“L’iniziativa più rilevante finalizzata all’obiettivo di garantire la centralità della sicurezza nella fase di ripresa indotta dal Pnrr – ha spiegato il presidente dell’Istituto – riguarda l’avvio di collaborazioni strutturate e permanenti con aziende o grandi gruppi industriali del Paese, impegnati nell’esecuzione dei singoli interventi previsti dal Piano.

Le opere pubbliche

Le opere pubbliche che dovranno essere realizzate nel campo delle infrastrutture e dell’ammodernamento dei processi produttivi, verso le nuove frontiere energetiche, tecnologiche e di sostenibilità sociale, richiedono infatti di moltiplicare le azioni di prevenzione per un efficace contrasto del fenomeno infortunistico”.

Pnrr

L’accordo pilota siglato lo scorso aprile dall’Inail con le Ferrovie dello Stato italiane, che avranno un ruolo centrale nella realizzazione delle opere previste dal Pnrr con investimenti complessivi pari a circa 15 miliardi di euro, è destinato a fare da apripista per ulteriori collaborazioni con altri grandi gruppi industriali, con l’obiettivo di “fare dei cantieri collegati al Recovery Plan il più grande laboratorio in Europa di innovazione e ricerca per la sicurezza”.

D lgs 81 2022, Infortuni, Bando, Asbesto

News sicurezza ambiente qualità  E-learning HSE, Banca dati Newsletter 1 del 3 Gennaio 2022, D lgs 81 2022, Infortuni, Bando, Asbesto.

In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it.

Ricordiamo che l’accesso al Portale è Gratuito per l’utilizzo dell’intera Banca Dati.


IL RISCHIO DA SOSTANZE PERICOLOSE PER ACCONCIATORI ED ESTETISTE

 

INAIL 2021 La chimica è presente nella nostra vita più di quanto si possa immaginare, migliorandone il benessere e la qualità. Sebbene da alcuni anni, grazie a norme nazionali ed ……LEGGI TUTTO


 

MALATTIE ASBESTO CORRELATE

 

Pubblicazione realizzata da Inail Consulenza statistico attuariale L’amianto è uno dei più importanti agenti cancerogeni professionali, causando circa la metà dei decessi per cancro professionale. Il fardello delle malattie asbesto-correlate … LEGGI TUTTO


INFORTUNI DOMESTICI

 

Assicurazione obbligatoria contro gli infortuni domestici – 2022 L’opuscolo è un vademecum completo sull’assicurazione, dall’iscrizione, ai servizi online, alle modalità con le quali richiedere le prestazioni economiche. Una sezione è …LEGGI TUTTO


Bando Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili

 

POR FESR 2014/2020. Misura 3.1.1. Finanziamento a fondo perduto e finanziamento a tasso agevolato a sostegno delle micro e piccole imprese campane per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili …LEGGI TUTTO


D lgs 81 aggiornato a Gennaio 2022

 

AGGIORNAMENTI VERSIONE “GENNAIO 2022” IL PRESENTE TESTO NON RIVESTE CARATTERE DI UFFICIALITÀ. LE VERSIONI UFFICIALI DEI DOCUMENTI SONO PUBBLICATI SULLA GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA A MEZZO STAMPA OPPURE SUI SITI …LEGGI TUTTO


Modifiche D lgs 81, Nuovo Bando Isi, Enti di formazione

 

News sicurezza ambiente qualità  E-learning HSE, Banca dati Newsletter 42 del 21 Dicembre 2021, Modifiche D lgs 81, Nuovo Bando Isi, Enti di formazione. In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, … LEGGI TUTTO


CAVE A CIELO APERTO

 

INAIL 2021 Innovazione tecnologica e prospettive future La produzione e gli infortuni nonché la gestione della sicurezza nelle due grandi famiglie estrattive, pietre ornamentali e inerti. Pubblicazione realizzata da Inail …LEGGI TUTTO


Cattura e stoccaggio del carbonio

 

Il recente patto sul clima di Glasgow ha impegnato 197 paesi a “ridurre gradualmente il carbone senza sosta”. Il carbone senza sosta si riferisce a quando le centrali elettriche o …LEGGI TUTTO


 

Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti. Scopri di più

Cliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità  in ambito HSE sicurezza ambiente qualità  E-learning

Newsletter 1 del 3 Gennaio 2022

INFORTUNI DOMESTICI

Assicurazione obbligatoria contro gli infortuni domestici – 2022

L’opuscolo è un vademecum completo sull’assicurazione, dall’iscrizione, ai servizi online, alle modalità con le quali richiedere le prestazioni economiche. Una sezione è dedicata alla prevenzione degli infortuni in casa

La legge 3 dicembre 1999, n. 493 ha istituito una polizza assicurativa contro gli
infortuni domestici che riconosce e valorizza chiunque impieghi le proprie energie in maniera abituale, esclusiva e gratuita, nell’ambito domestico.

Scopo di questo opuscolo è fornire informazioni di carattere generale sull’assicurazione, gestita dall’Inail, e alcune indicazioni sulle misure da adottare per
prevenire gli infortuni.

L’ordinamento italiano, con la legge n. 493 del 3 dicembre 1999, riconosce
sotto il profilo professionale l’impegno di coloro che svolgono attività di
grande utilità per la cura della casa e del nucleo familiare in modo abituale
esclusivo e gratuito, proponendo un adeguamento delle tutele dai peculiari
rischi di infortunio cui è esposta questa tipologia di lavoratori.

Si tratta di una legge a elevato impatto etico e sociale che valorizza la dedizione e il senso di responsabilità di chi svolge quotidianamente e a tempo
pieno il proprio lavoro tra le mura domestiche, equiparandolo, dal punto di
vista della tutela dei rischi da infortunio, a quello svolto fuori casa.

Per lavoro domestico si intende l’insieme di attività svolte da uno o più
soggetti nell’abitazione dove dimora il nucleo familiare, senza vincolo di subordinazione e gratuitamente.

La nuova edizione del volume contiene tutte le informazioni sull’assicurazione, dalla definizione di infortuni domestici, ai destinatari, alle indicazioni per la gestione della polizza in modalità telematica, come il pagamento del premio di 24 euro entro lunedì 31 gennaio.

Tra le novità, la possibilità di scaricare e stampare dal sito Inail anche il certificato di iscrizione a partire dal mese di settembre 2021.
In un capitolo dedicato alla prevenzione, una piccola guida pratica su come evitare gli incidenti più comuni in casa, tra i quali quelli legati all’utilizzo di fuoco, elettricità, gas e sostanze chimiche e le cadute.

DOWNLOAD DOCUMENTI
A cura di:
Direzione centrale pianificazione e comunicazione
Direzione centrale prevenzione
Direzione centrale rapporto assicurativo