Credito imposta, Formazione, GDPR, Green Pass

News sicurezza ambiente qualità  E-learning HSE, Banca dati Newsletter 27 del 28 Luglio 2021, Credito imposta, Formazione, GDPR, Green Pass.

In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it.

Ricordiamo che l’accesso al Portale è Gratuito per l’utilizzo dell’intera Banca Dati.


Formazione nuovo credito di imposta

 

DL Sostegni-bis: tax credit formazione professionale di alto livello Le imprese che sostengono direttamente la formazione del proprio personale nell’ambito delle nuove tecnologie o che pongono in essere iniziative finalizzate allo sviluppo e all’acquisizione. Per i propri dipendenti un credito di imposta pari al 25% delle spese sostenute e fino ad un importo massimo di 30.000 euro e può essere portato a credito direttamente nel modello F24. …LEGGI TUTTO


 

Apertura anno scolastico

 

Il Ministero dell’Istruzione ha inviato alle istituzioni scolastiche la nota operativa con le indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico per l’emergenza sanitaria per l’avvio del prossimo anno scolastico 2021-2022. Il Ministero …LEGGI TUTTO


Green Pass, sintesi Decreto 2021

 

Certificazione verdi Covid-19, Zone e livelli di rischio, spettacoli culturali, eventi sportivi, Sanzioni, Tamponi. Proroga fino al 31 dicembre 2021 dello stato di emergenza nazionale, modifica dei parametri che definiscono … LEGGI TUTTO


la balneazione in Italia

 

Da aprile a settembre gli 8.300 km di coste italiane sono campionati oltre 32.000 volte. E a farlo quasi ovunque è il personale delle Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente, …LEGGI TUTTO


Sentenza mascherina luoghi di lavoro

 

Tribunale di Trento, 08 luglio 2021 – Licenziamento disciplinare senza preavviso – Insegnante delle scuole dell’infanzia – Omessa adozione della mascherina protettiva durante il servizio scolastico Con la sentenza del 08.07.2021, il Tribunale di Trento afferma la legittimità del licenziamento irrogato ad un dipendente che, anteponendo interessi personali a quelli generali, rifiuta di indossare la mascherina protettiva durante l’orario di servizioLEGGI TUTTO


Semplificare le informative privacy

 

Semplificare le informative privacy attraverso il metodo “Creative Commons” Protocollo tra Garante Privacy e Creative Commons Semplificare l’elaborazione delle informative privacy usando il metodo Creative Commons, il sistema attraverso il.. LEGGI TUTTO


La sindrome delle apnee ostruttive

 

Prodotto: Fact sheet Edizioni: Inail – 2021 La sindrome delle apnee ostruttive del sonno: numeri, conseguenze, trattamento e prevenzione I disturbi respiratori del sonno sono alterazioni di origine complessa che … LEGGI TUTTO


Fondi, Superbonus, DPI, MOG

 

News sicurezza ambiente qualità  E-learning HSE, Banca dati Newsletter 26 del 22 Luglio 2021, Fondi, Superbonus, DPI, MOG. In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail … LEGGI TUTTO


Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti.  Scopri di più

Cliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità  in ambito HSE sicurezza ambiente qualità  E-learning

Newsletter 27 del 28 Luglio 2021

Formazione nuovo credito di imposta

DL Sostegni-bis: tax credit formazione professionale di alto livello

Le imprese che sostengono direttamente la formazione del proprio personale nell’ambito delle nuove tecnologie o che pongono in essere iniziative finalizzate allo sviluppo e all’acquisizione di competenze manageriali dei neo-laureati possono beneficiare del credito di imposta in proporzione alle spese sostenute.

Sono due le misure dedicate alla formazione del personale e dei giovani contenute nel testo di conversione del Decreto Sostegni bis.

Si tratta, rispettivamente dell’art. 48 bis “Credito d’imposta sui costi sostenuti dalle imprese per la formazione professionale di alto livello dei propri dipendenti”, e dell’art. 60 bis.

Con la prima misura agevolativa, lo Stato riconosce a favore delle imprese che decidono di investire sulla formazione di alto livello dei propri dipendenti un credito di imposta pari al 25% delle spese sostenute e fino ad un importo massimo di 30.000 euro e può essere portato a credito direttamente nel modello F24.

Il credito di imposta è riconosciuto a tutte le imprese indipendentemente dalle dimensioni e dal settore che sostengono spese per l’attività di formazione professionale di alto livello nel periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 Dicembre 2020.

L’agevolazione fiscale si applica sui corsi di specializzazione e perfezionamento nell’ambito delle nuove tecnologie, di durata non inferiore a sei mesi, svolti in Italia o all’estero.

il credito è riconosciuto per la formazione spesa negli ambiti legati allo sviluppo di nuove tecnologie e all’approfondimento delle conoscenze delle tecnologie previste dal Piano nazionale industria 4.0, quali big data e analisi dei dati, cloud e fog computing, cybersecurity, digital twin, sistemi di visualizzazione e realtà au¬mentata, robotica avanzata e cobot, manifattura additiva, IOT e integrazione digitale dei processi aziendali.

Per quanto concerne la seconda misura (di cui all’art. 60 bis del decreto di conversione del Decreto Sostegni bis), alle imprese che sostengono finanziariamente l’ingresso dei giovani nel settore produttivo, lo Stato riconosce un credito d’imposta – utilizzabile esclusivamente in compensazione – fino al:

  • 100% delle spese sostenute, se si tratta di piccole e micro imprese;
  • 90% delle spese sostenute, se si tratta di medie imprese;
  • 80% per le grandi imprese. Il credito di imposta, così ripartito per percentuali, è da intendersi operante su un importo massimo di 100.000 euro.

Le imprese che intendono ottenere il credito di imposta, devono sostenere economicamente la formazione dei giovani tramite l’istituzione di borse di studio o attraverso il finanziamento di corsi di formazione finalizzati allo sviluppo e all’acquisizione di competenze manageriali, promossi da università pubbliche o da società di formazione avanzate e accreditate per la formazione continua professionale e manageriale.

SCARICA Gazzetta Ufficiale del 24 luglio 2021, n. 176

scarica dal portale
portale consulenti download

Tante le misure in materia di sicurezza, ambiente ed energia:

art. 1-quinquies: tra i contributi a sostegno economico delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza anche quelli a compensazione dei costi sostenuti per la sanificazione dei locali e l’adozione di dispositivi di protezione individuale per gli ospiti e gli operatori;
art. 5: proroga della riduzione degli oneri delle bollette elettriche;
art. 5-bis: misure per il settore elettrico tra cui l’utilizzo a fini compensativi di parte dei proventi delle aste delle quote di emissione di anidride carbonica;
art. 6: agevolazioni per la Tari;
Art. 6-ter: misure di sostegno per l’installazione di tecnologie per il potenziamento della selezione e per l’avvio al riciclo dell’alluminio piccolo e leggero;
art. 7-ter: aree naturali protette;
art. 9-bis: differimento della Tari;
art. 10: tra le misure di sostegno al settore sportivo anche un contributo a fondo perduto a ristoro delle spese sanitarie di sanificazione e prevenzione;
art. 11-ter: semplificazione e rifinanziamento della misura «Nuova Sabatini»;
art. 28: iniziative internazionali per il finanziamento dei «beni pubblici globali» in materia di salute e clima;
art. 32: credito d’imposta per la sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione;
art. 32-bis: autorizzazione alla vendita di dispositivi di protezione individuale presso le rivendite di generi di monopolio;
art. 41: tra le misure per i contratti di rioccupazione, anche l’esonero dei datori di lavoro dal versamento del 100 per cento dei complessivi contributi previdenziali;
art. 48-bis: credito d’imposta sui costi sostenuti dalle imprese per la formazione;
art. 50: interventi urgenti per la vigilanza e la sicurezza sui luoghi di lavoro;
art. 51: disposizioni urgenti in materia di trasporto pubblico locale;
art. 58: tra le misure urgenti per la scuola, risorse anche per: sicurezza nei luoghi di lavoro; smaltimento di rifiuti; acquisto di dispositivi di protezione; svolgimento dell’attività didattica in condizioni di sicurezza e interventi di sanificazione;
art. 66: tra le disposizioni urgenti in tema di previdenza e assistenza nel settore dello spettacolo, l’estensione dell’obbligo di assicurazione Inail contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali ai lavoratori autonomi iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo e al personale orchestrale delle fondazioni lirico-sinfoniche;
art. 73-quinquies: disposizioni in materia di incentivi per l’acquisto di veicoli meno inquinanti;
art. 74: tra le misure a favore delle forse dell’ordine, anche finanziamenti per la sanificazione e la disinfezione straordinaria degli uffici, degli ambienti e dei mezzi nonché per l’adeguata dotazione di Dpi;
art. 75-bis: tra le misure urgenti per la sicurezza degli uffici e del personale all’estero l’autorizzazione a stipulare polizze assicurative per prestazioni sanitarie in caso di infortunio;
art. 77: disposizioni finanziarie, tra le altre, a copertura dei danni agli immobili derivanti dall’esposizione prolungata all’inquinamento provocato dagli stabilimenti siderurgici di Taranto del gruppo Ilva.

Strutture formative devono essere accreditate secondo i modelli regionali definiti dall’Accordo del 20/3/08.

Conferenza Stato-Regioni su standard minimi accreditamento strutture formative del 20 marzo 2008.

finanziamento di interventi informativi

ISTITUTO NAZIONALE PER L’ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO COMUNICATO

Avviso pubblico per il finanziamento di interventi informativi finalizzati allo sviluppo dell’azione prevenzionale in ambito nazionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro. (21A00992) (GU Serie Generale n.44 del 22-02-2021)

L’Inail pubblica il presente avviso, diretto ai soggetti proponenti di cui alle tipologie di seguito descritte, per la realizzazione di interventi informativi predisposti secondo preordinati programmi, con particolare riguardo alle azioni di informazione per la sensibilizzazione sui rischi infortunistici di tipo complesso e trasversale nei settori produttivi in cui risultano maggiormente presenti.

Avviso pubblico per il finanziamento di interventi informativi finalizzati allo sviluppo dell’azione prevenzionale in ambito nazionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

L’Inail pubblica il presente avviso, diretto ai soggetti proponenti di cui alle tipologie di seguito descritte, per la realizzazione di interventi informativi predisposti secondo preordinati programmi, con particolare riguardo alle azioni di informazione per la sensibilizzazione sui rischi infortunistici di tipo complesso e trasversale nei settori produttivi in cui risultano maggiormente presenti.
Obiettivo
Realizzare una campagna informativa nazionale riguardante la promozione e lo sviluppo della cultura in materia di salute e sicurezza sul lavoro rivolta a soggetti coinvolti nel sistema della prevenzione.

Modalità di attuazione e normativa
L’avviso pubblico trova riferimento nelle disposizioni di cui all’art. 9 e all’art. 10 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni ed integrazioni, nonché nel disposto dell’art. 12, della legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modificazioni ed integrazioni.

I finanziamenti oggetto del presente avviso saranno concessi con procedura a sportello di cui all’art. 5 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 123.

La selezione delle iniziative ammissibili sarà effettuata secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Soggetti destinatari
I destinatari delle attività oggetto dell’avviso pubblico sono:
i lavoratori;
i datori di lavoro, dirigenti e preposti;
i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (RLS, RLST);
i responsabili del servizio protezione e prevenzione (RSPP) e gli addetti del servizio protezione e prevenzione (ASPP);
i medici competenti.

Soggetti proponenti Possono presentare domanda i seguenti soggetti proponenti:
organizzazioni nazionali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, come rappresentate nell’ambito della Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro di cui all’art. 6 del decreto legislativo n. 81/2008, anche per il tramite delle società di servizi controllate (ai sensi art. 2359 del codice civile comma 1, punto 1) o di diretta ed esclusiva emanazione delle predette organizzazioni, con esclusione delle associazioni e federazioni ad esse aderenti;
organismi paritetici;
enti di patronato nazionali;
enti di patronato costituiti dalle confederazioni e associazioni operanti esclusivamente nelle Province autonome di Trento e Bolzano.

I soggetti proponenti come sopra individuati potranno partecipare al presente avviso in forma singola o in aggregazione.

Progetti ammessi al finanziamento
Sono finanziabili esclusivamente i progetti che si articolano nel rispetto dei moduli nonché nelle modalità e delle condizioni indicate nell’avviso pubblico.

Risorse finanziarie
L’entità delle risorse previste è pari a complessivi euro 4.000.000,00.

Importo ammesso al finanziamento
Ai progetti di informazione sarà riconosciuto un contributo finanziario di importo predeterminato, variabile in funzione del numero dei partecipanti e delle ore in cui si articolano e della modalità di svolgimento scelta.

Tale importo, nel caso di iniziative attuate in modalità in presenza è pari ad euro 20,00 x ora x partecipante; nel caso di iniziative attuate in modalità remota (videoconferenza sincrona), l’importo riconosciuto è pari a euro 15,00 x ora x partecipante.

Possono essere presentate proposte progettuali per interventi informativi di importo complessivo compreso tra un minimo di euro 18.000,00 ed un massimo di euro 500.000,00.

Detta misura minima non si applica per i patronati che operano esclusivamente nelle Province autonome di Trento e di Bolzano, calcolando in questo caso iniziative provinciali con un minimo pari a euro 3.000,00.

Le date di apertura e chiusura della procedura saranno pubblicate sul portale istituzionale www.inail.it nella sezione Attività>Prevenzione e sicurezza>Agevolazioni e finanziamenti>Finanziamenti per la sicurezza>Avviso pubblico informazione per la prevenzione 2020.

scarica file

 

 

 

SCARICA AVVISO PUBBLICO

Radiazioni, formazione, attestati, bandi.

News sicurezza ambiente qualità  E-learning HSE, Banca dati Newsletter 5 del 9 Febbraio 2021, Radiazioni, formazione, attestati, bandi.

In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it.

Ricordiamo che l’accesso al Portale è Gratuito per l’utilizzo dell’intera Banca Dati.

pORTALECONSULENTI

Radiazioni ionizzanti di origine naturale

Radiazioni ionizzanti di origine naturale: la sezione del PAF i recenti aggiornamenti normativi. RADIAZIONI IONIZZANTI DA SORGENTI NATURALI Per sostenere l’adozione della normativa di radioprotezione (D.Lgs 101/2020), all’interno del PAF

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI Settore Apparecchiature ad uso Estetico

Settore Apparecchiature ad uso Estetico Settore Apparecchiature ad uso Estetico. Laboratorio di Sanità Pubblica Area Vasta Toscana Sud Est Laboratorio Agenti Fisici: Andrea Bogi Francesco Picciolo Iole Pinto Nicola Stacchini

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI Formazione, attestati, erogatori.

Formazione, attestati, erogatori. Gli accordi Stato Regioni, hanno contribuito in modo notevole a qualificare la formazione in ambito sicurezza D. lgs. 81, inserendo nuove metodologie e concetti innovativi. Allo stesso …

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI Registro esposizione Invio

Registri di esposizione ad agenti cancerogeni e mutageni e ad agenti biologici: obbligo invio telematico Dal 10 febbraio 2021 le comunicazioni relative ai registri di esposizione ad agenti cancerogeni e

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI BANDO PER IL CONTRIBUTO STRAORDINARIO NELLE ZEA

BANDO ZEA Quaranta milioni di euro di contributi straordinari per le Zea, le Zone economiche ambientali, ovvero le aree che coincidono con i territori dei parchi nazionali, istituite dalla legge …

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI SARS-CoV-2 lavoratori agricoli

La protezione da SARS-CoV-2 per i lavoratori agricoli Nell’attuale fase di emergenza sanitaria, il rischio biologico in agricoltura causato da esposizione al virus SARS-CoV-2 può derivare dal mancato rispetto della …

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI Incendio esplosione in agricoltura

Rischio incendio ed esplosione in agricoltura Prevenzione e procedure di emergenza Pubblicazione realizzata da Inail Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e …

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI Casseforme

Prodotto: Opuscolo Edizioni:Inail – 2021 Casseforme Formwork Coffrage Forma për derdhje betoni Cofraje Pubblicazione realizzata da Inail Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti ed insediamenti antropici Direzione centrale …

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI Bonifica da amianto

Bonifica da amianto: iter procedurali e figure professionali coinvolte Prodotto: Volume Edizioni: Inail – 2020 Pubblicazione realizzata da Inail Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici …

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI

Covid Piano strategico

Accordo, ai sensi dell’articolo 4, comma 1, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, sul documento «Piano strategico-operativo nazionale di preparazione e risposta a una pandemia influenzale (PanFlu 2021-2023)». (Rep. Atti n. 11/CSR del 25 gennaio 2021).

BANCA DATI

 

Newsletter 4 del 4 Febbraio 2021, Direttiva Macchine, certificazione delle competenze, incendio ed esplosione. Leggi

Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti.  Scopri di più

Cliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità  in ambito HSE sicurezza ambiente qualità  E-learning

Newsletter 5 del 9 Febbraio 2021

Formazione, attestati, erogatori.

Formazione, attestati, erogatori.

Gli accordi Stato Regioni, hanno contribuito in modo notevole a qualificare la formazione in ambito sicurezza D. lgs. 81, inserendo nuove metodologie e concetti innovativi.

Allo stesso tempo hanno complicato eccessivamente, sia i percorsi formativi, che le modalità di erogazione.

Sicuramente è stata trattata la materia della formazione a distanza, in modo superficiale sia lato e-learning e non menzionando in nessun modo la videoconferenza per quando riguarda la formazione dei discendi.

Oltremodo, gli enti di formazione hanno idee poco chiare di come rilasciare un attestato, pochissimi enti adottano un progetto formativo e quasi nessuno ha le idee chiare, di cos’è un documento progettuale.

Poi le Regioni, hanno legiferato in modo irrazionale, in ordine sparso e senza un criterio univoco, inventandosi attestati personalizzati, diciture fantasiose e addirittura in alcuni casi inventando istituti di controllo in stile KGB.

La domanda è perché si rilasciano attestati esorbitanti di loghi e diciture non necessarie?

Perché è difficile capire chi è il soggetto che può rilasciare l’attestato?

ACCORDO 22 febbraio 2012

ACCORDO 21 dicembre 2011 Lavoratori

ACCORDO 21 dicembre 2011 Datore di lavoro

ACCORDO Stato Regioni del 7/7/16 RSPP/ASPP

Scarica articolo completo:

scarica file

 

 

 

di Ing. Mario di Carlo

Formazione accordi stato regioni

La domanda è perché si rilasciano attestati esorbitanti di loghi e diciture non necessarie?

Perché è difficile capire chi è il soggetto che può rilasciare l’attestato?