Decreto Aiuti è legge

Convertito in Legge il Decreto Aiuti: ulteriori misure a sostegno di lavoratori, imprese e famiglie

​È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 15 luglio 2022, n. 91 recante la “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50, recante misure urgenti in materia di politiche energetiche nazionali, produttività delle imprese e attrazione degli investimenti, nonché in materia di politiche sociali e di crisi ucraina”.

In sede di conversione del Decreto Aiuti (D.L. 17 maggio 2022, n. 50), la Legge ha confermato una pluralità di misure – tra cui il c.d. Bonus trasporti (art. 35) – e ne ha introdotte ulteriori a sostegno di lavoratori, imprese e famiglie.

Tra le novità, spiccano:

  • Bonus sociale energia elettrica e gas (art. 1).

  • Fermo restando il valore soglia dell’ISEE previsto, per il primo trimestre dell’anno 2022, la Legge precisa che in caso di ottenimento di un’attestazione ISEE resa nel corso dell’anno 2022, che permetta l’applicazione dei bonus  sociali  per elettricità e gas, i medesimi bonus annuali sono riconosciuti agli aventi diritto dal 1° gennaio 2022 o, se successiva, dalla data di cessazione del bonus relativo all’anno precedente. Le somme già fatturate, eccedenti quelle dovute sulla base dell’applicazione del bonus sono oggetto di automatica compensazione. Tale compensazione deve essere eseguita nella prima fattura utile o, qualora non sia possibile, tramite rimborso automatico entro 3 mesi dall’emissione della fattura stessa. Inoltre, al fine di informare i cittadini sulle modalità per l’attribuzione dei bonus sociali per elettricità e gas, l’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA) definisce una specifica comunicazione da inserire nelle fatture per i clienti domestici, prevedendo anche l’indicazione dei recapiti telefonici a cui i consumatori possono rivolgersi. A tal fine, entro il 31 ottobre 2022, è trasferito alla Cassa per i servizi energetici e ambientali l’importo di 116 milioni di euro.
  • Indennità per i lavoratori part-time (art. 2 bis).

  • In particolare, per il 2022, è riconosciuta un’indennità una tantum pari a 550 euro ai lavoratori dipendenti di aziende private titolari di un contratto di lavoro a tempo parziale ciclico verticale nell’anno 2021, che preveda periodi non interamente lavorati di almeno 1 mese in via continuativa e complessivamente non inferiori a 7 settimane e non superiori a 20 settimane, e che – alla data della domanda – non siano titolari di altro rapporto di lavoro dipendente oppure percettori di NASpI o di trattamento pensionistico. L’indennità può essere riconosciuta solo una volta, non concorre alla formazione del reddito ed è erogata dall’INPS nel limite di spesa complessivo di 30 milioni di euro per il 2022.
  • Indennità per il personale dell’INL (art. 32 bis).

  • A titolo di riconoscimento dell’impegno straordinario richiesto per il contrasto del lavoro sommerso, per la vigilanza sul rispetto della normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro e per l’attuazione delle misure previste nel PNRR, ai dipendenti dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro è attribuita, per l’anno 2022, un’indennità una tantum nelle misure e secondo i criteri da stabilire con decreto del direttore dell’INL, da adottarsi sentite le organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative.
  • Proroga dell’indennità per i lavoratori delle aree di crisi industriale complessa

  •  (art. 33 bis) fino al 31 dicembre 2022 (indennità prevista dall’art. 1, comma 251 ter, L. 30 dicembre 2018, n. 145).
  • Proroga al 30 novembre 2022 per i versamenti tributari e contributivi nel settore dello sport (art. 39, comma 1 bis),

  • con la finalità di sostenere le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva e le associazioni e società sportive professionistiche e dilettantistiche che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato e operano nell’ambito di competizioni sportive in corso di svolgimento.

Per tutti i dettagli, consulta la Legge.

Bonus, Formazione, Fondo nuove competenze, Cybersicurezza

portaleconsulenti
portale consulenti

News sicurezza, ambiente, qualità,  E-learning, Formazione,  Competenze. Newsletter 23 del 15 Giugno 2022, Bonus, Formazione, Fondo nuove competenze, Cybersicurezza, Enti Terzo settore, sicurezza lavoro.

In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it.

Ricordiamo che l’accesso al Portale è Gratuito per l’utilizzo dell’intera Banca Dati.


 

Analisi dei fabbisogni di formazione

 

Perché le organizzazioni moderne hanno bisogno dell’analisi dei bisogni di formazione per garantire un successo a lungo termine In che modo le organizzazioni di oggi possono trarre vantaggio dall’analisi dei …LEGGI TUTTO


CCNL superbonus 110% e altri Bonus

 

Applicazione dei CCNL sottoscritti dalle associazioni datoriali e sindacali per Superbonus 110% e altri Bonus Lavori edili (di cui all’allegato X del d.lgs. 81/08) eseguiti in applicazione dei CCNL del settore, stipulati dalle associazioni …LEGGI TUTTO


Linee guida fondi Enti Terzo settore

 

​Il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando ha firmato il Decreto avente per oggetto l’adozione delle Linee guida in materia di raccolta fondi degli Enti del Terzo settore ai sensi dell’art. 7, comma …LEGGI TUTTO


Salute dai rischi ambientali e climatici

 

Definiti i compiti degli enti del nuovo Sistema nazionale prevenzione salute dai rischi ambientali e climatici Per raggiungere le finalità del PNRR, l’Italia ha approvato il Piano nazionale per gli investimenti …LEGGI TUTTO


Bonus 200 Euro

 

Per ottenere l’agevolazione contro i rincari prevista dal decreto aiuti è necessario inviare un’autodichiarazione L’agevolazione contro i rincari è prevista dal decreto aiuti e finanziata dallo Stato con 6,3 miliardi …LEGGI TUTTO


Fondo nuove competenze

 

Nuove modalità di accesso al finanziamento per le aziende che hanno già presentato istanza Il decreto del commissario straordinario n. 159 del 10 giugno 2022 riguarda le istanze presentate entro …LEGGI TUTTO


Cybersicurezza 2022-2026

 

l Comunicato della Presidenza del Consiglio dei Ministri è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 127 del 01/06/2022. Adozione della Strategia nazionale di cybersicurezza 2022-2026 e del Piano …LEGGI TUTTO


Contributo wedding e HO.RE.CA

 

C’è tempo dal 9 giugno al 23 giugno 2022 per trasmettere il modello per richiedere il contributo a fondo perduto per wedding, intrattenimento e HO.RE.CA. Il modello deve essere trasmesso …LEGGI TUTTO


Abitazione e sicurezza lavoro

 

Con una recente sentenza (n. 502/2022) la Corte d’Appello di Lecce ha riconosciuto la legittimità dell’ordinanza ingiunzione emessa nel 2017 dall’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Brindisi nei confronti dei proprietari …LEGGI TUTTO


RADIAZIONI UV, Caldo e Lavoro, incentivi imprese, cloud

 

News sicurezza ambiente qualità  E-learning HSE, Banca dati Newsletter 22 del 8 Giugno 2022, RADIAZIONI UV, Caldo e Lavoro, incentivi imprese, cloud In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti …LEGGI TUTTO


Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti. Scopri di più

Gruppo linkedin del Portale Consulenti

Cliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità  in ambito HSE sicurezza ambiente qualità  E-learning

Newsletter 23 del 15 Giugno 2022

Bonus 200 Euro

Per ottenere l’agevolazione contro i rincari prevista dal decreto aiuti è necessario inviare un’autodichiarazione


L’agevolazione contro i rincari è prevista dal decreto aiuti e finanziata dallo Stato con 6,3 miliardi di euro. I beneficiari sono lavoratori, pensionati e disoccupati con specifici requisiti. Necessario inviare un’autodichiarazione

Il bonus 200 euro destinato ai redditi inferiori ai 35 mila euro rischia di rivelarsi meno automatico del previsto. Il contributo introdotto dal governo con il decreto aiuti e che dovrebbe essere versato nel mese di luglio in teoria è previsto che venga riconosciuto in modo automatico, ma come rilevato nei giorni scorsi dalla Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, un ostacolo rischia di frapporsi i lavoratori e il bonus.

Per i contratti firmati dopo il mese di maggio 2022, il datore di lavoro non può essere in possesso degli elementi necessari a verificare il rispetto, da parte del lavoratore, dei requisiti che servono per l’erogazione del bonus

I Consulenti del Lavoro propongono allo scopo un fac-simile di autodichiarazione da far firmare ai dipendenti, in cui dichiarano di essere in possesso di tutti i requisiti richiesti.

Appare evidente che tale profilo potrà assumere particolari profili di criticità ove il rapporto di lavoro dovesse nel frattempo essere cessato in quanto il recupero dell’istituto verrà effettuato nei confronti del datore di lavoro per cui sarà poi quest’ultimo a dover recuperare l’indebito nei confronti dell’ex dipendente.

L’indennità di 200 euro spetta a tutti i lavoratori in possesso dei requisiti indicati in precedenza a prescindere dalla durata dell’orario di lavoro.

Pertanto, anche nel caso di lavoratore con contratto a tempo parziale, l’indennità spetterà nella misura prevista.

Requisiti:

per i lavoratrici e lavoratori domestici, avere in essere uno o più rapporti di lavoro alla data del 18 maggio 2022.
per i titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa: avere contratti attivi alla data del 18 maggio 2022; essere iscritti alla Gestione separata e non essere iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie; avere un reddito derivante dai rapporti di lavoro non superiore a 35.000 euro nel 2021.
per i lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti: aver svolto prestazioni per almeno 50 giornate; avere un reddito derivante dai rapporti indicati non superiore a 35.000 euro per il 2021 (il riferimento è il reddito individuale, non familiare, e non contano gli aspetti patrimoniali).
per le lavoratrici e i lavoratori dello spettacolo: essere iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo; aver versato almeno 50 contributi giornalieri; avere un reddito derivante dai rapporti indicati non superiore a 35.000 euro per il 2021.
per per i lavoratori autonomi, privi di partita IVA, non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie: essere stati titolari di contratti autonomi occasionali riconducibili alle disposizioni di cui all’articolo 2222 del codice civile; per il 2021 deve risultare l’accredito di almeno un contributo mensile; essere già iscritti alla Gestione Separata alla data del 18 maggio.
per gli incaricati alle vendite a domicilio: avere un reddito nell’anno 2021 derivante dalle attività di vendita a domicilio superiore a 5.000 euro; essere titolari di partita IVA attiva; essere iscritti alla Gestione separata alla data del 18 maggio.

Scarica documento Fondazione Studi Consulenti del Lavoro.

download
download

SCARICA PDF INPS

Messaggio n° 2397 del 13-06-2022

Enti di formazione, Elettricità, BONUS, Agibilità

News sicurezza ambiente qualità  E-learning HSE, Banca dati Newsletter 3 del 26 Gennaio 2022, Enti di formazione, Elettricità, BONUS, Agibilità.

In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it.

Ricordiamo che l’accesso al Portale è Gratuito per l’utilizzo dell’intera Banca Dati.


Elettricità in tutta sicurezza

 

Documento SUVA Si può parlare di «elettricità sicura»? Sì, ma a patto di rispettare sempre le norme di sicurezza. La presente pubblicazione contiene le informazioni di base sulla sicurezza nell’uso … LEGGI TUTTO


Casseri per pareti

 

SCHEDA TEMATICA DI SUVA Punti essenziali • Durante il disarmo dei moduli dei casseri per pareti, prima di allentare gli ancoraggi, mettere in sicurezza la struttura per evitare che si …LEGGI TUTTO


BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI GENNAIO 2022

 

Si può usufruire della detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici destinati ad arredare un immobile oggetto di interventi di recupero del patrimonio edilizio. L’agevolazione …LEGGI TUTTO


Acquisto prima casa. Agenzia Entrate

 

le imposte e le agevolazioni fiscali In Italia l’acquisto di un’abitazione rappresenta, ancora oggi, una delle principali forme di investimento. Con questa pubblicazione l’Agenzia delle entrate vuole fornire un quadro …LEGGI TUTTO


Agibilità degli edifici

 

Procedure edilizie e aspetti contrattuali. ANCE L’agibilità, in passato denominata anche “abitabilità” con specifico riferimento agli immobili residenziali, consiste nell’idoneità dell’immobile a soddisfare i requisiti di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio…LEGGI TUTTO


FTALATI IN AMBIENTI DI VITA E DI LAVORO

 

INAIL 2022 Gli Ftalati in ambienti di vita e di lavoro. Effetti sulla salute endocrina Gli ftalati (esteri dell’acido ftalico) rappresentano un gruppo di molecole strutturalmente simili  ampiamente utilizzate a …LEGGI TUTTO


Sistemi di videosorveglianza

 

Sistemi di videosorveglianza installati da persone fisiche in ambito personale o domestico: le regole da seguire. La scheda informativa del Garante. Sistemi di videosorveglianza installati da persone fisiche in ambito …LEGGI TUTTO


Enti di formazione. Contributi Legge 40/87

 

La Legge 40 del 14 febbraio 1987, finalizzata a garantire continuità gestionale e di governance alle strutture di coordinamento nazionale degli Enti di formazione privati che operano a livello locale su più amministrazioni regionali. …LEGGI TUTTO


Industria 4.0, Sicurezza tatuaggi, COVID-19, Articolo 37

 

News sicurezza ambiente qualità  E-learning HSE, Banca dati Newsletter 2 del 12 Gennaio 2022, Industria 4.0, Sicurezza tatuaggi, COVID-19, Articolo 37. In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a ……LEGGI TUTTO


UNI EN ISO 13849-1

Funzioni di sicurezza per le macchine: l’essenziale in breve. Informazioni generali sul contenuto della norma EN ISO 13849-1…LEGGI TUTTO


Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti. Scopri di più

Gruppo linkedin del Portale Consulenti

Cliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità  in ambito HSE sicurezza ambiente qualità  E-learning

Newsletter 3 del 26 Gennaio 2022

Nuovo digitale terrestre, il modulo per richiedere il bonus

Dal 1° settembre 2021 solo canali HD
Da luglio 2022 passaggio al nuovo standard
La verifica della TV ai canali 100 e 200


Lo switch off al DVB-T2 si avvicina ma nonostante ciò da parte delle associazioni continuano ad arrivare richieste di rinvio in quanto non tutti gli italiani sono pronti ad abbracciare il nuovo standard. Ma qual è la situazione al momento?

Da luglio 2022 il passaggio alla nuova tecnologia. Ecco come controllare se il televisore la supporta e come chiedere il bonus da 50 euro del governo.

Fra un anno esatto il passaggio tecnologico televisivo si completerà con l’adozione dello standard trasmissivo di seconda generazione il Dvb-T2 (con codifica H-265 o Hevc), che consentirà alle emittenti di continuare a trasmettere la stessa quantità di canali su frequenze nuove, dal momento che parte dello spettro elettromagnetico sarà ceduto alla telefonia mobile (banda 700 megahertz).

Il passaggio avverrà tra il 21 e il 30 giugno 2022 e, da allora, solo i televisori o decoder dotati dei nuovi standard trasmissivi e di codifica potranno permettere di ricevere il segnale.

Per verificare se la TV è compatibile con il nuovo standard prova a visualizzare i canali di test 100 e 200: la scritta “Test Hevc Main10” dovrebbe comparire se è compatibile con il nuovo standard.

Dal 1° settembre 2021, però, avverrà il passaggio dalla codifica Mpeg2 alla Mpeg4, che renderà visibili soltanto i canali in alta definizione (Hd).

BONUS

Il bonus tv consiste nell’incentivo fino a 50 euro messo a disposizione dal Governo in presenza di Isee non superiore a 20mila euro. Ma per ottenere il bonus tv o il decoder di nuova generazione occorrerà presentare all’atto di acquisto la richiesta di riconoscimento del contributo.

Tramite l’apposito modulo scaricabile dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico che andrà compilato in ogni sua parte.

>> SCARICA MODULO

Due le condizioni per poter usufruire di questo incentivo quando si acquista un televisore di ultima generazione o un decoder:  avere un Isee sotto i 20mila euro e dichiarare che nessuno dei componenti del nucleo familiare di riferimento abbia già richiesto lo stesso bonus. Una volta presentato il modulo al momento dell’acquisto si potrà usufruire dello sconto. Al modulo andrà anche allegato una copia di un documento di identità valido.