cookie, formazione, DPI, Bando Isi 2021

News sicurezza ambiente qualità  E-learning HSE, Banca dati Newsletter 9 del 9 Marzo 2022, cookie, formazione, DPI, Bando Isi 2021.

In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it.

Ricordiamo che l’accesso al Portale è Gratuito per l’utilizzo dell’intera Banca Dati.


Le linee guida sull’utilizzo di cookie

 

I cookie semplificano e velocizzano gli accessi ai siti web da parte degli utenti, in quanto memorizzano alcune informazioni relative agli stessi che non debbono più essere reperite ed elaborate …LEGGI TUTTO


Nuovi corsi di formazione Skills

 

Umbria: ecco i nuovi corsi di formazione Skills Bandi per disoccupati e inoccupati della Regione. Scadenze per le domande tra 14 marzo e 18 maggio Si tratta di iniziative di …LEGGI TUTTO


Decreto-Legge n. 13, del 25 febbraio 2022

 

Misure urgenti per il contrasto alle frodi e per la sicurezza nei luoghi di lavoro in materia edilizia, nonche’ sull’elettricita’ prodotta da impianti da fonti rinnovabili. (22G00021) (GU Serie Generale n.47 …LEGGI TUTTO


Dossier donne 2022

 

Il “Dossier donne 2022”, elaborato dalla Consulenza statistico attuariale dell’INAIL, analizza l’andamento infortunistico e tecnopatico al femminile attraverso i dati mensili provvisori dell’ultimo biennio e quelli consolidati del quinquennio 2016-2020. …LEGGI TUTTO


Protezione degli occhi e del viso

 

Per rispondere alla richiesta di interlocutori su scala globale in merito alla commercializzazione di protezioni per viso e occhi, la normazione – e in particolare la commissione Sicurezza – ha di recente …LEGGI TUTTO


l’accompagnamento ambientale di grandi opere

 

Linee guida per l’accompagnamento ambientale di grandi opere infrastrutturali Linee guida SNPA n. 35/2021 – ISBN: 978-88-448-1086-3 La realizzazione di grandi infrastrutture spesso può determina potenziali impatti su diverse matrici ambientali e …LEGGI TUTTO


Ecoscienza 1/2022

 

Gli ambienti fluviali e lacustri di fronte al cambiamento climatico. Al centro del nuovo numero della rivista di Arpae Emilia-Romagna, un servizio dedicato all’acqua e alla valorizzazione dei servizi ecosistemici delle …LEGGI TUTTO


COVID-19 e sistema educativo

 

L’epidemia di COVID-19 ha cambiato il sistema educativo Chi sapeva che una persona un giorno avrebbe mangiato un pipistrello e avrebbe creato il caos in tutto il mondo? Il coronavirus …LEGGI TUTTO


Bando Isi 2021 date di apertura procedura

 

Dal 2 maggio 2022 le imprese possono accedere alla procedura informatica per la compilazione delle domande. Sulla pagina informativa del Bando Isi 2021 è stato aggiornato il calendario con le …LEGGI TUTTO


Smart working, Formatori, Cantieri, Checklist.

 

News sicurezza ambiente qualità  E-learning HSE, Banca dati Newsletter 8 del 1 Marzo 2022, Smart working, Formatori, Cantieri, Checklist. In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una … LEGGI TUTTO


Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti. Scopri di più

Gruppo linkedin del Portale Consulenti

Cliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità  in ambito HSE sicurezza ambiente qualità  E-learning

Newsletter 9 del 9 Marzo 2022

Protezione degli occhi e del viso

Per rispondere alla richiesta di interlocutori su scala globale in merito alla commercializzazione di protezioni per viso e occhi, la normazione – e in particolare la commissione Sicurezza – ha di recente recepito anche in lingua italiana la EN ISO 18526 parte 1.

Questo documento specifica i metodi di prova di riferimento per determinare le proprietà di potere rifrattivo sferico, cilindrico e prismatico delle lenti piane non montate e montate (lenti non correttive) per i protettori degli occhi e del viso.

La norma non si applica ai prodotti per la protezione degli occhi e del viso per i quali le norme relative ai requisiti fanno riferimento ad altri metodi di prova. Altri metodi di prova possono essere utilizzati se sono dimostrati essere equivalenti e includono incertezze di misura non maggiori di quelle richieste dal metodo di riferimento.

I metodi di prova sono indicati nella serie di norme ISO 18526, mentre i requisiti per le protezioni professionali per occhi e viso sono indicati nella serie ISO 16321. Le protezioni per occhi per sport specifici sono trattate nello specifico nella serie ISO 18527. Inoltre vi è un documento guida, ISO 19734, per la selezione, l’uso e la manutenzione delle protezioni per occhi e viso.

Se non diversamente specificato, i valori indicati nel documento sono espressi come valori nominali. Ad eccezione dei limiti di temperatura, i valori non indicati come massimi o minimi sono soggetti ad una tolleranza di ± 5%. Se non diversamente specificato, la temperatura ambiente per le prove dovrebbe essere compresa tra 16°C e 32°C, ma se sono specificati limiti di temperatura, tali limiti dovrebbero avere un’accuratezza di ± 2°C. L’umidità relativa dovrebbe essere mantenuta al 50 ± 20%.

Se non diversamente specificato, i campioni di prova devono essere sottoposti a prova nei punti di riferimento (per le prove) definiti nella norma ISO 4007. Le prove devono essere effettuate da osservatori addestrati.

All’interno della UNI EN ISO 18526 parte 1 sono riportati i seguenti riferimenti normativi:

  • ISO/IEC Guide 98-3 Uncertainty of measurement – Part 3: Guide to the expression of uncertainty in measurement;
  • ISO 4007 Personal protective equipment – Eye and face protection – Vocabulary;
  • ISO 18526-4 Eye and face protection – Test methods – Part 4: Headforms.

Fonte https://www.uni.com/

Modifica Allegato VIII decreto legislativo n. 81

È stato adottato il Decreto del 20 dicembre 2021 del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministro della Salute, di concerto con il Ministro dello Sviluppo Economico, che recepisce la Direttiva n. 2019/1832/UE della Commissione del 24 ottobre 2019.

(GU Serie Generale n.43 del 21-02-2022)

Decreto allegato (Pubblicazione sito MLPS 14 Febbraio 2022)

Dall’applicazione del presente decreto non derivano nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica. Il presente decreto è trasmesso alla Corte dei conti per i controlli di competenza e pubblicato sul sito internet istituzionale del Ministero del lavoro e delle politiche sociali all’indirizzo www.lavoro.gov.it – sezione pubblicità legale – e ne viene dato avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Allegato VIII
Indicazioni di carattere generale relative a protezioni particolari

Protezione dei capelli
I lavoratori che operano o che transitano presso organi in rotazione presentanti pericoli di impigliamento dei capelli, o presso fiamme o materiali incandescenti,
devono essere provvisti di appropriato dispositivo di protezione individuale (quale ad esempio cuffia di protezione, resistente e lavabile) che racchiuda i capelli in
modo completo.

Protezione della testa
I lavoratori esposti a specifici pericoli di offesa al capo per caduta di materiali dall’alto o per contatti con elementi comunque pericolosi devono essere provvisti di
appropriato dispositivo di protezione individuale per la protezione della testa. Parimenti, devono essere provvisti di appropriato dispositivo di protezione individuale
per la protezione della testa i lavoratori che devono permanere, senza altra protezione, sotto l’azione prolungata dei raggi del sole.

Protezione degli occhi o del viso
I lavoratori esposti al pericolo di offesa agli occhi per proiezioni di schegge o di materiali roventi, caustici, corrosivi o comunque dannosi, devono essere muniti di
appropriati dispositivi di protezione individuale quali ad esempio occhiali, visiere o schermi appropriati.

Protezione degli arti superiori
Nelle lavorazioni che presentano specifici pericoli di punture, tagli, abrasioni, ustioni, causticazioni alle mani o alle braccia, i lavoratori devono essere dotati di
dispositivi di protezione individuale quali ad esempio guanti o altri appropriati mezzi dispositivi di protezione.

Protezione degli arti inferiori
Per la protezione degli arti inferiori nelle lavorazioni in cui esistono specifici pericoli di ustioni, di causticazione, di punture o di schiacciamento, i lavoratori devono
essere provvisti di dispositivi di protezione individuali resistenti ed adatte alla particolare natura del rischio. Tali calzature devono potersi sfilare rapidamente.

Protezione delle altre parti del corpo
Qualora sia necessario proteggere talune parti del corpo contro rischi particolari, i lavoratori devono avere a disposizione idonei dispositivi di protezione individuale,
quali ad esempio schermi adeguati, tute, scafandri, grembiuli, pettorali, gambali o ghette, etc

Protezione dalle cadute dall’alto o in spazi confinati
I lavoratori che sono esposti a pericolo di caduta dall’alto o entro vani o che devono prestare la loro opera entro pozzi, cisterne e simili in condizioni di pericolo,
devono essere provvisti di dispositivi di protezione individuale adatti, quali ad esempio imbracatura di sicurezza.

Protezione delle vie respiratorie
I lavoratori esposti a specifici rischi di inalazione di agenti pericolosi sotto forma di gas, vapori, polveri, fibre, nebbie, fumi devono avere a disposizione appropriati
dispositivi di protezione individuale per le vie respiratorie quali, ad esempio maschere intere con filtro adeguato o altri dispositivi idonei.
Dispositivi di protezione individuale idonei devono essere anche indossati in caso di presenza di atmosfere sotto-ossigenate o asfissianti

DOWNLOAD DOCUMENTI
Portaleconsulenti documenti da scaricare

Ponteggi, Scuola, agricoltura, DPI

News sicurezza ambiente qualità  E-learning HSE, Banca dati Newsletter 40 del 23 Novembre 2021, Ponteggi, Scuola, agricoltura, DPI.

In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it.

Ricordiamo che l’accesso al Portale è Gratuito per l’utilizzo dell’intera Banca Dati.


Sicurezza, impianti tecnologici e di servizio

 

Pubblicazione realizzata da Inail Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropic La progettazione della sicurezza antincendio nelle attività soggette alle visite ed ai controlli dei Vigili …LEGGI TUTTO


 

Ponteggi

 

Il documento ha lo scopo di mettere a confronto e valutare le differenze tra i requisiti previsti per i ponteggi di facciata nella legislazione italiana rispetto a quelli indicati nelle …LEGGI TUTTO


Scuola Dossier

 

Il volume contiene una sintesi dettagliata di tutte le attività svolte dall’Inail durante l’anno scolastico 2020-2021, a livello territoriale e centrale, per promuovere la diffusione della cultura della salute e …LEGGI TUTTO


AMBIENTE LAVORO
PUBBLICITA’: AMBIENTE LAVORO 2021

2 miliardi di euro per agricoltura, pesca e agroalimentare

 

Oltre 2 miliardi di euro destinati a sostenere e rilanciare il settore agricolo, valorizzare la competitività delle filiere e favorire gli agricoltori under 40. Rinnovato il Bonus Verde per i …LEGGI TUTTO


Scheda dati di sicurezza 2021

 

INAIL 2021 Il documento tecnico informativo più significativo per una corretta e sicura manipolazione delle sostanze o miscele è la scheda dati di sicurezza (SDS). In essa sono riportate tutte … LEGGI TUTTO


Scelta, uso e manutenzione di DPI

 

Scelta, uso e manutenzione di DPI per la protezione delle vie respiratorie: sintesi della norma UNI 11719:2018 INAIL 2021 Nel 2018 è stata pubblicata la norma italiana UNI 11719 cheLEGGI TUTTO


CEI 11-27 2021, decarbonizzare, BANDO, attrezzature a pressione

 

News sicurezza ambiente qualità  E-learning HSE, Banca dati Newsletter 39 del 16 Novembre 2021, CEI 11-27 2021, decarbonizzare, BANDO, attrezzature a pressione. In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti … LEGGI TUTTO


 

Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti. Scopri di più

Cliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità  in ambito HSE sicurezza ambiente qualità  E-learning

Newsletter 40 del 23 Novembre 2021

Scelta, uso e manutenzione di DPI

Scelta, uso e manutenzione di DPI per la protezione delle vie respiratorie: sintesi della norma UNI 11719:2018

INAIL 2021

Nel 2018 è stata pubblicata la norma italiana UNI 11719 che riguarda la scelta, l’uso e la manutenzione degli apparecchi di protezione delle vie respiratorie. Si tratta di una guida redatta in applicazione della EN 529:2006, secondo cui è possibile produrre documenti nazionali fondati sulle indicazioni in essa contenute.

La norma UNI 11719 descrive un approccio sistematico – scelta, addestramento, uso, manutenzione – alla gestione dei DPI; è indirizzata ai datori di lavoro, su cui ricade direttamente la responsabilità della scelta e, poi, della gestione dei DPI.

La norma approfondisce, dettaglia e schematizza i processi inerenti la scelta, l’uso e la manutenzione dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie (indicati di seguito con l’acronimo APVR) adottando criteri aggiornati e in linea con le evoluzioni tecniche e gestionali più recenti.

Il campo di applicazione è esteso a tutti gli APVR, ad esclusione di quelli utilizzati per immersione o per pressioni diverse dalla normale pressione atmosferica.

Cardine della norma è la necessità di definire un programma di protezione delle vie
respiratorie, pianificato e gestito da un responsabile con specifiche competenze in
tema di DPI e conoscenze dei rischi propri dell’ambiente di lavoro, indicato dal datore
di lavoro.

Il programma di protezione si articola in diversi punti, schematizzabili come
di seguito:
a) definizione di ruoli e responsabilità
b) elaborazione del registro del programma di protezione delle vie respiratorie
c) scelta dell’APVR
d) determinazione di adeguatezza e idoneità dell’APVR
e) programma di addestramento all’uso corretto
f) manutenzione e immagazzinamento

La norma dichiara di non trattare i temi della formazione, dell’addestramento all’uso e della verifica dell’apprendimento, di cui al punto e) dell’elenco precedente, in quanto già ampiamente definiti nella legislazione vigente.

Nel caso l’azienda abbia aderito a un sistema di gestione della sicurezza, il programma di protezione delle vie respiratorie ne deve essere parte integrante.

portaleconsulenti
portaleconsulenti documenti da scaricare

Fondi, Superbonus, DPI, MOG

News sicurezza ambiente qualità  E-learning HSE, Banca dati Newsletter 26 del 22 Luglio 2021, Fondi, Superbonus, DPI, MOG.

In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it.

Ricordiamo che l’accesso al Portale è Gratuito per l’utilizzo dell’intera Banca Dati.


Fondi di Solidarietà 750 milioni

 

Fondi di Solidarietà del settore dell’Artigianato e della Somministrazione di lavoro: assegnate nuove risorse 750 milioni di euro per i fondi di sostegno al reddito di lavoratori in somministrazione e …LEGGI TUTTO


 

Superbonus invio comunicazione

 

Nuove istruzioni e specifiche tecniche invio comunicazione Superbonus 110% Con un provvedimento del 20 luglio 2021 l’Agenzia delle Entrate ha aggiornato e modificato le istruzioni per la compilazione del modello per le relative specifiche tecniche per …

LEGGI TUTTO


Sanificazione e l’acquisto dei dispositivi di protezione

 

Agenzia delle Entrate Definizione dei criteri e delle modalità di applicazione e fruizione del credito d’imposta per la sanificazione e l’acquisto dei dispositivi di protezione, di cui all’articolo 32 del … LEGGI TUTTO


5 milioni a sostegno dell’industria

 

5 milioni a sostegno dell’industria del tessile, moda e accessori Pubblicato dal Ministero dello Sviluppo Economico un decreto che inserisce nuovi criteri nel sistema di sostegno del tessile, moda e accessori per contributi a …LEGGI TUTTO


Consumo di suolo

 

È un costo complessivo compreso tra gli 81 e i 99 miliardi di euro, in pratica la metà del Piano nazionale di ripresa e resilienza, quello che l’Italia potrebbe essere … LEGGI TUTTO


Andamento infortunistico e tecnopatico

 

La pandemia nel 2020 ha fortemente condizionato l’andamento del fenomeno infortunistico. Da un lato, infatti, ha comportato la riduzione dell’esposizione al rischio per gli eventi ‘tradizionali’ e ‘in itinere’, a ….. LEGGI TUTTO


Applicazione dei Mog ai sensi del d.m. 13/02/2014

 

Fruibilità e applicabilità dell’esempio di compilazione della modulistica del DM 13/02/2014 per un’agenzia di viaggi Pubblicazione realizzata da Inail Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (Contarp) Dipartimento medicina, epidemiologia, igiene … LEGGI TUTTO


WhatsApp blocca 2 milioni di account

 

WhatsApp ha bloccato più di 2 milioni di utenti in India per aver infranto una regola poco conosciuta, applicata per la prima volta. Con un annuncio dell’aprile 2020, la piattaformaLEGGI TUTTO


Privacy, Sicurezza, smart working

 

News sicurezza ambiente qualità  E-learning HSE, Banca dati Newsletter 25 del 16 Luglio 2021, Privacy, Sicurezza, smart working. In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail … LEGGI TUTTO


Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti.  Scopri di più

Cliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità  in ambito HSE sicurezza ambiente qualità  E-learning

Newsletter 26 del 22 Luglio 2021

Sanificazione e l’acquisto dei dispositivi di protezione

Agenzia delle Entrate

Definizione dei criteri e delle modalità di applicazione e fruizione del credito d’imposta per la sanificazione e l’acquisto dei dispositivi di protezione, di cui all’articolo 32 del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73.

Agenzia delle Entrate il provvedimento n.191910 del 15 luglio

Il presente provvedimento definisce i criteri e le modalità di applicazione e fruizione del credito d’imposta per la sanificazione e l’acquisto dei dispositivi di protezione, di cui all’articolo 32 del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, ai fini del rispetto del limite di spesa stabilito dal comma 1 del medesimo articolo 32.

I soggetti aventi i requisiti previsti dalla legge per accedere al credito d’imposta di cui al punto 1 comunicano all’Agenzia delle entrate l’ammontare delle spese ammissibili sostenute nei mesi di giugno, luglio e agosto 2021.

La Comunicazione è inviata esclusivamente con modalità telematiche, direttamente dal
contribuente oppure avvalendosi di un intermediario di cui all’articolo 3, comma 3, del
decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322 e successive modificazioni.

A seguito della presentazione della Comunicazione è rilasciata, al massimo entro 5 giorni, una ricevuta che ne attesta la presa in carico, ovvero lo scarto, con l’indicazione delle relative motivazioni. La ricevuta viene messa a disposizione del soggetto che ha trasmesso la Comunicazione, nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate.

scarica dal portale
portale consulenti Agenzia delle Entrate il provvedimento n.191910 del 15 luglio

Il credito d’imposta, per ciascun beneficiario, è pari al 30 per cento delle spese complessive risultanti dall’ultima Comunicazione validamente presentata, in assenza di successiva rinuncia. In ogni caso, il credito d’imposta richiesto non può eccedere il limite di 60.000 euro.

La voce Motivazioni del provvedimento, ricorda che la misure riguarda sia l’acquisto di Dpi e sanificazione, sia le spese per la somministrazione di tamponi Covid seguendo quanto indicato dall’articolo 32 del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73.