Idoneità, Smart Working, Finanziamento, Radiazioni ionizzanti

News sicurezza ambiente qualità  E-learning HSE, Banca dati Newsletter 8 del 2 Marzo 2021, Idoneità, Smart Working, Finanziamento, Radiazioni ionizzanti.

In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it.

Ricordiamo che l’accesso al Portale è Gratuito per l’utilizzo dell’intera Banca Dati.

pORTALECONSULENTI

ACUSTICA E VIBRATORIA

Progettazione acustica e vibratoria di macchine e attrezzature per uso agricolo Gli obblighi in capo ai costruttori relativi alla progettazione di macchine e apparecchiature con la minore emissione acustica e … 

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI Il giudizio di idoneità/Inidoneità

IDONEITA’ DEL LAVORATORE ALLA MANSIONE Il giudizio di idoneità/Inidoneità del lavoratore alla mansione è espresso dal Medico Competente sulla base delle risultanze delle visite mediche di cui all’Art. 41 c. …

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI Lavoratori e Vaccinazione Anti – Covid

La situazione pandemica da COVID-19 è presente nel mondo, da ormai oltre un anno. La vaccinazione anti-COVID-19 sarà la soluzione alla pandemia (salvo individuazione di farmaci e loro autorizzazione), sicuramente …

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI Smart Working indagine INPS

In questa nota analizziamo i risultati dell’indagine sulla soddisfazione dei dipendenti INPS, concentrandoci in particolare sugli aspetti legati allo Smart Working (SW). L’edizione 2020 dell’indagine ha incluso un focus sullo …

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI Finanziamento di interventi informativi

ISTITUTO NAZIONALE PER L’ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO COMUNICATO Avviso pubblico per il finanziamento di interventi informativi finalizzati allo sviluppo dell’azione prevenzionale in ambito nazionale in materia di salute …

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI Radiazioni ionizzanti

DECRETO LEGISLATIVO 31 luglio 2020, n. 101 Attuazione della direttiva 2013/59/Euratom, che stabilisce norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall’esposizione alle radiazioni ionizzanti, e che …

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI Valutazione del rischio Microclima

La valutazione del rischio Microclima: la sezione Microclima del PAF, stato dell’arte, criticità, le FAQ del Coordinamento Interregionale INAIL Dipartimento di Medicina, Epidemiologia, Igiene del Lavoro ed Ambientale (DiMEILA) Laboratorio …

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI Rischio dei campi elettromagnetici

Il rischio dei campi elettromagnetici Rosaria Falsaperla(1), Daniele Andreuccetti(2) (1) INAIL-DiMEILA, Monte Porzio Catone Roma) (2) IFAC-CNR, Sesto Fiorentino (Firenze) Campi elettromagnetici – quadro normativo Disposizioni generali (Capo I) Rumore … 

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI DECRETO 13 gennaio 2021

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 13 gennaio 2021 Recepimento della direttiva (UE) 2020/1833 della Commissione, che modifica gli allegati della direttiva 2008/68/CE del Parlamento europeo e del Consiglio 

BANCA DATI
pORTALECONSULENTI

Fondo nuove competenze, Vaccinazione, DPI, MUD

News sicurezza ambiente qualità  E-learning HSE, Banca dati Newsletter 7 del 23 Febbraio 2021

BANCA DATI

 

Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti.  Scopri di più

Cliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità  in ambito HSE sicurezza ambiente qualità  E-learning

Newsletter 8 del 2 Marzo 2021

radiazioni ionizzanti

DECRETO LEGISLATIVO 31 luglio 2020, n. 101

Attuazione della direttiva 2013/59/Euratom, che stabilisce norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall’esposizione alle radiazioni ionizzanti, e che abroga le direttive 89/618/Euratom, 90/641/Euratom, 96/29/Euratom, 97/43/Euratom e 2003/122/Euratom e riordino della normativa di settore in attuazione dell’articolo 20, comma 1, lettera a), della legge 4 ottobre 2019, n. 117.

Il presente decreto stabilisce norme di sicurezza al fine di proteggere le persone dai pericoli derivanti dalle radiazioni ionizzanti, e disciplina:
a) la protezione sanitaria delle persone soggette a qualsiasi tipo di esposizione alle radiazioni ionizzanti
b) il mantenimento e la promozione del continuo miglioramento della sicurezza nucleare degli impianti nucleari civili;
c) la gestione responsabile e sicura del combustibile nucleare esaurito e dei rifiuti radioattivi;
d) la sorveglianza e il controllo delle spedizioni di rifiuti radioattivi e di combustibile esaurito e materie radioattive.
2. Le disposizioni del presente decreto fissano i requisiti e i regimi di controllo relativi alle diverse situazioni di esposizione.
3. Il sistema di radioprotezione si basa sui principi di giustificazione, ottimizzazione e limitazione delle dosi.
4. In attuazione dei principi di cui al comma 3:
a) gli atti giuridici che consentono lo svolgimento di una pratica garantiscono che il beneficio per i singoli individui o per la collettività sia prevalente rispetto al detrimento sanitario che essa potrebbe causare. Le determinazioni che introducono o modificano una via di esposizione e le determinazioni per le situazioni di esposizione esistenti e di emergenza devono apportare più benefici che svantaggi;
b) la radioprotezione di individui soggetti a esposizione professionale e del pubblico è ottimizzata allo scopo di mantenere al minimo ragionevolmente ottenibile le dosi individuali, la probabilità dell’esposizione e il numero di individui esposti, tenendo conto dello stato delle conoscenze tecniche e dei fattori economici e sociali.
L’ottimizzazione della protezione di individui soggetti a esposizione medica è riferita all’entità delle singole dosi, compatibilmente con il fine medico dell’esposizione.
Questo principio si applica non solo in termini di dose efficace ma, ove appropriato, anche in termini di dose equivalente, come misura precauzionale destinata a mantenere le incertezze relative al detrimento sanitario al di sotto della soglia per le reazioni tissutali;
c) nelle situazioni di esposizione pianificata, la somma delle dosi cui è esposto un individuo non può superare i limiti fissati per l’esposizione professionale o del pubblico. Le esposizioni mediche non sono soggette a limitazioni delle dosi.

scarica file

 

 

 

Supplemento ordinario alla “Gazzetta Ufficiale„ n. 201 del 12 agosto 2020 – Serie generale

La pubblicazione del nuovo D.Lgs. n. 101/2020 in materia di radon ha introdotto significative novità rispetto a quanto regolamentato dalla precedente legislazione di settore (D.Lgs. n. 230/1995).

Innanzitutto, sono previste precise norme di prevenzione che il datore e l’esercente di luoghi di lavoro sotterranei o di stabilimenti termali devono adottare.

Inoltre, è stata definita una precisa tabella di marcia per le misurazioni, ma anche per le comunicazioni agli organi competenti.

Non da ultimo, è stata istituita una nuova figura professionale – il tecnico esperto in risanamento – obbligatoria in caso di superamento dei nuovi limiti normativi di riferimento per la concentrazione di attività del gas.

Attuazione della direttiva 2013/59/Euratom, che stabilisce norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall’esposizione alle radiazioni ionizzanti, e che abroga le direttive 89/618/Euratom, 90/641/Euratom, 96/29/Euratom, 97/43/Euratom e 2003/122/Euratom e riordino della normativa di settore in attuazione dell’articolo 20, comma 1, lettera a), della legge 4 ottobre 2019, n. 117.

Radiazioni ionizzanti di origine naturale

Radiazioni ionizzanti di origine naturale: la sezione del PAF i recenti aggiornamenti normativi.

RADIAZIONI IONIZZANTI DA SORGENTI NATURALI

Per sostenere l’adozione della normativa di radioprotezione (D.Lgs 101/2020), all’interno del PAF è stata creata una sezione dedicata alle «radiazioni ionizzanti da sorgenti naturali».

Gli obiettivi sono:
1. Rendere disponibile all’utenza (stakeholders) un sistema integrato di strumenti
tecnici, formativi e informativi;
2. Favorire una piena e corretta applicazione della nuova legge sia da parte delle aziende che delle figure di supporto all’esercente/datore di lavoro, e alle figure chiamate a svolgere vigilanza e di controllo.

La sezione PAF «radiazioni ionizzanti da sorgenti naturali» si articola, cosi come il Titolo IV del D.Lgs 101/2020.
– radon nei luoghi di lavoro
– industrie NORM
– materiali da costruzione
– esposizione del personale navigante alla radiazione cosmica

scarica file

 

 

 

Settore Apparecchiature ad uso Estetico

Settore Apparecchiature
ad uso Estetico

Settore Apparecchiature ad uso Estetico. Laboratorio di Sanità Pubblica
Area Vasta Toscana Sud Est Laboratorio Agenti Fisici: Andrea Bogi
Francesco Picciolo Iole Pinto Nicola Stacchini

ASPETTI LEGISLATIVI Normativa Attività Estetista Macchine utilizzabili, Normativa Sicurezza del Lavoro Sicurezza lavoratori

Legge n. 1 del 04/01/1990 Decreto Ministro dello Sviluppo Economico 12 maggio 2011, n. 110.
Decreto Ministro dello Sviluppo Economico 15 Ottobre 2015, n. 206 “Regolamento recante modifiche al decreto 12 maggio 2011, n. 110, concernente il regolamento di attuazione dell’articolo 10, comma 1, della legge 4 gennaio 1990, n. 1, relativo agli apparecchi elettromeccanici utilizzati per l’attività di estetista

n. 23 diverse schede apparecchi

D.L.gvo 81 Titolo VIII Capo IV Protezione dei Lavoratori dai rischi a Campi Elettromagnetici

D.L.gvo 81 Titolo VIII Capo V Protezione dei Lavoratori dai rischi da Radiazioni Ottiche Artificiali

scarica file

 

 

 

Radiazioni ionizzanti di origine naturale: la sezione del PAF  i recenti aggiornamenti normativi

Laboratorio
Rosabianca Trevisi
Rischio Agenti Cancerogeni e Mutageni
– DiMEILA
INAIL Settore Ricerca e Certificazione
Centro Ricerche INAIL
– Monteporzio Catone (RM)