La stampa 3d sicurezza lavoro

LA STAMPA 3D E LE IMPLICAZIONI PER LA SALUTE DEI LAVORATORI: LAVORARE IN SICUREZZA CON LE NUOVE TECNOLOGIE


Documento INAIL 2022 sulla stampa 3D, i materiali e le misure prevenzione e protezione da adottare.

La stampa 3D è stata definita la tecnologia che rivoluzionerà il mondo dell’industria, in quanto permette una rapida e semplice prototipazione, con costi di produzione relativamente bassi e facilità d’uso. Attualmente viene impiegata in diversi settori, come le industrie aerospaziali, automobilistiche, meccaniche, manifatturiere e medicali.

Essa consiste in un processo di realizzazione di oggetti tridimensionali a partire da un modello digitale, attraverso un metodo di produzione additivo.

Nasce nel 1986 e da allora si è evoluta molto velocemente, grazie all’introduzione di tecniche innovative e di innumerevoli materiali con diverse caratteristiche meccaniche.

Poiché si prevede che il mercato delle stampanti 3D raddoppierà circa ogni tre anni, il loro utilizzo sempre più diffuso contribuirà ad aumentare l’esposizione professionale a vari rischi.

Il presente lavoro nasce dall’esigenza di un documento di riferimento per l’individuazione di potenziali pericoli e rischi per la salute correlati all’utilizzo di queste macchine.

La valutazione dei rischi deve comunque essere svolta in accordo con le prescrizioni legislative applicabili.

METODI DI STAMPA

Per definire il processo di stampa 3D spesso si usano termini come manifattura additiva, produzione desktop, prototipazione rapida.

Rispetto a tecniche di produzione sottrattiva di oggetti solidi 3D (in cui gli oggetti si ottengono asportando materiale da una forma più grande), le stampanti 3D permettono di creare ex-novo un oggetto attraverso la sovrapposizione di strati multipli di materiale. Per questo vengono definite tecnologie per la manifattura additiva (AM).

La tecnica più utilizzata è l’estrusione: un filamento passa in un ugello riscaldato a una temperatura al di sopra del punto di fusione del materiale e viene depositato sulla piattaforma di lavoro, posta a temperature più basse, strato dopo strato, in modo da costruire i piani bidimensionali dell’oggetto desiderato.

MATERIALI USATI NELLA STAMPA 3D

Tale tecnologia utilizza diversi materiali, a seconda della tecnica selezionata. I primi sono stati materiali plastici, ma l’elenco si è andato sempre più espandendo.
Essi comprendono :

– materiali classici: polimeri, ceramiche, vetro, metalli e legno;
– materiali innovativi: materiali biologici e nanomateriali.

Le materie prime sono disponibili in forme differenti, come polveri, filamenti, granuli o resine, a seconda dell’utilizzo che se ne deve fare.

stampa 3d

Sicurezza lavoro, F.I.R., Bando ELA, Protocollo COVID

portaleconsulenti
portale consulenti

News sicurezza, ambiente, qualità,  E-learning, Formazione,  Competenze. Newsletter 26 del 5 Luglio 2022, Sicurezza lavoro, F.I.R., Bando ELA, Protocollo COVID.

In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare una mail a mail@portaleconsulenti.it.

Ricordiamo che l’accesso al Portale è Gratuito per l’utilizzo dell’intera Banca Dati.


Sicurezza lavoro legge Regione Lazio

 

Legge Regionale 17 giugno 2022, n. 11 DISPOSIZIONI PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA SUL LAVORO E DEL BENESSERE LAVORATIVO. DISPOSIZIONI FINANZIARIE VARIE La Regione, in armonia con …LEGGI TUTTO


Modello di formulario – allegato A

 

La Deliberazione n. 14 del 21 dicembre 2021, “Definizione del modello unico e dei contenuti del formulario di trasporto rifiuti ai sensi dell’articolo 230 comma 5 del Decreto Legislativo 152/2006”, …LEGGI TUTTO


Regione Sicilia zona speciali di conservazione

 

DECRETO 10 giugno 2022 Designazione di una Zona speciale di conservazione (ZSC) della regione biogeografica mediterranea ricadente nel territorio della Regione Siciliana. (22A03636) (GU Serie Generale n.144 del 22-06-2022) Una zona speciale …LEGGI TUTTO


Sostanze chimiche – Ambiente e Salute

 

Il bollettino di informazione “Sostanze chimiche – Ambiente e Salute” del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) è curato dalla Divisione IV – Biosicurezza, fitosanitari, sostanzeLEGGI TUTTO


Veicoli: rischi per la sicurezza

 

Guida elettronica dell’UE sui rischi per la sicurezza posti dai veicoli durante l’attività professionale (VeSafe) VeSafe è una guida elettronica della Commissione europea riguardante i rischi per la sicurezza posti …LEGGI TUTTO


UNI/PdR 129:2022

 

Gli anziani nelle RSA (Residenze Sanitarie Assistenziali) sono stati tra i soggetti più colpiti nel periodo dell’emergenza sanitaria provocata da Covid-19. Per mettere a fattore comune tutto questo insieme di …LEGGI TUTTO


Bando ELA buone pratiche 2022

 

Bando ELA per le buone pratiche 2022 L’ELA lancia un invito con l’obiettivo di raccogliere esempi di buone pratiche e promuovere lo scambio, la diffusione e l’adozione di buone pratiche … LEGGI TUTTO


Ambiente sano, Ambiente sacro

 

Forum del 7 luglio 2022. Ore 17.30 19.30 anche online se vuoi. Altrimenti Assisi, sala della Conciliazione del Palazzo Comunale. Sono previsti crediti formativi per Rspp, Dirigenti sicurezza e Formatori. …LEGGI TUTTO


Guida Superbonus 110

 

Agenzia delle Entrate SUPERBONUS 110% DETRAZIONI PER INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO, SISMA BONUS, FOTOVOLTAICO, COLONNINE DI RICARICA DI VEICOLI ELETTRICI, ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE (GIUGNO 2022) Il decreto legge n. …LEGGI TUTTO


Protocollo 30 Giugno 2022

 

PROTOCOLLO CONDIVISO DI AGGIORNAMENTO DELLE MISURE PER IL CONTRASTO E IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL VIRUS SARS-COV-2/COVID-19 NEGLI AMBIENTI DI LAVORO Oggi, 30 giugno 2022, è stato sottoscritto – all’esito … LEGGI TUTTO


Amianto, Finanziamenti, Rifiuti Speciali, Bric 2022

 

News sicurezza, ambiente, qualità,  E-learning, Formazione,  Competenze. Newsletter 25 del 30 Giugno 2022, Amianto, Finanziamenti, Rifiuti Speciali, Bric 2022. In caso di difficoltà  nel recupero credenziali, non esiti a inviare LEGGI TUTTO


Siamo alla ricerca di writer editor che vogliono collaborare con il PortaleConsulenti. Scopri di più

Gruppo linkedin del Portale Consulenti

Cliccando sul link del gruppo potrai ricevere le notifiche direttamente da Linkedin ed essere aggiornato costantemente sulle novità  in ambito HSE sicurezza ambiente qualità  E-learning

Newsletter 26 del 5 Luglio 2022

Sicurezza lavoro legge Regione Lazio

Legge Regionale 17 giugno 2022, n. 11

DISPOSIZIONI PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA SUL LAVORO E DEL BENESSERE LAVORATIVO. DISPOSIZIONI FINANZIARIE VARIE

La Regione, in armonia con quanto previsto dalla normativa europea concernente il miglioramento della vita lavorativa, nonchè della sicurezza e della salute sul lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori e nel rispetto dei principi fondamentali di cui al decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 (Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro) e successive modifiche, nonché in attuazione dell’articolo 6 dello Statuto, riconosce il diritto delle lavoratrici e dei lavoratori a svolgere un lavoro sicuro, in un ambiente salubre, privo di rischi, privo di barriere e in condizioni di benessere psicofisico, promuovendo la tutela della salute e della sicurezza sul lavoro, ai sensi degli articoli 4 e 32 della
Costituzione, nonchè il benessere lavorativo, rafforzando l’efficienza e l’efficacia dei sistemi di protezione sociale e attuando politiche che coinvolgano tutti i livelli dell’organizzazione nel rispetto del principio di pari dignità e trattamento sociale e salariale sul lavoro.

  • INTERVENTI DI PROMOZIONE E STRUMENTI DI PROGRAMMAZIONE
    STRUMENTI INFORMATIVI E ATTIVITÀ DI COORDINAMENTO
    DISPOSIZIONI FINALI

La Regione, al fine di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro, concede contributi alle imprese che investano risorse materiali e immateriali per garantire e migliorare la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro e che adottino modelli organizzativi e di responsabilità sociale.

La Giunta regionale, sentita la commissione consiliare competente, definisce entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge:

a) l’entità dei contributi da assegnare alle imprese;
b) le modalità di presentazione della domanda per l’accesso ai contributi;
c) il possesso dei requisiti forniti dall’autodichiarazione.

sicurezza lavoro: Sicuri, insieme, si deve


Sicuri, insieme, si deve“, è con questo messaggio che il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali lancia oggi una campagna di sensibilizzazione sul tema della sicurezza sul lavoro.

Con spot in onda sulle reti RAI televisive e radiofoniche, il Dicastero ricorda da un lato il proprio impegno istituzionale che ha portato il Governo a varare stringenti misure sulla sicurezza, più attività di formazione, maggiori controlli e sanzioni; dall’altro, pone in risalto quanto la partecipazione e il senso di responsabilità di tutti possano contribuire a cambiare gli eventi, a tornare “ogni giorno a casa”, come recita il testo dello spot.

Un richiamo a ciascuno dei protagonisti – lavoratori e datori di lavoro, parti sociali, stakeholders e anche all’opinione pubblica – affinché la strategia di contrasto agli incidenti sul lavoro passi pure attraverso l’impegno, l’attenzione e la sensibilità di tutti.

Diciamo insieme basta agli incidenti sul lavoro“, è il coinvolgente appello dello spot nella consapevolezza che le regole da sole non bastano e che il contributo di ognuno è indispensabile per accrescere e incoraggiare un diffuso senso di responsabilità e realizzare davvero la piena sicurezza sul lavoro.

Suggerimenti per migliorare la sicurezza

Alcuni suggerimenti che aiutano ad aumentare la sicurezza sul lavoro.

Dalla formazione sulla sicurezza, a l’osservazione della segnaletica e l’esecuzione della manutenzione ordinaria.

La sicurezza sul posto di lavoro è di fondamentale importanza, indipendentemente dal tipo di lavoro svolto dal tuo team. Che si tratti di lavoro manuale o d’ufficio, ci sono modi per migliorare la sicurezza sul lavoro. Insieme al personale e al management, è possibile aumentare la produttività e la produzione attraverso la sicurezza sul lavoro.

Ecco alcuni suggerimenti su come raggiungere questo obiettivo:

Fornire sessioni di formazione

È importante per te e per i membri del personale essere a conoscenza dei diversi tipi di possibili infortuni sul posto di lavoro. Ad esempio, se il tuo lavoro gestisce macchinari pesanti, gli esperti di macchinari dovrebbero dimostrare i modi sicuri per maneggiare i macchinari. In effetti, una squadra può essere esperta nell’utilizzo di macchinari simili, ma non tutti sono dello stesso modello, il che può comportare un uso improprio del macchinario, con conseguenti lesioni fisiche.

La formazione include anche dimostrazioni e informazioni su come gestire gli infortuni. Proprio come esistono procedure operative standard per la produzione, è necessario disporre di sistemi quando si tratta di gestire i diversi tipi di lesioni.

Posizionare una segnaletica chiara

La segnaletica è un aspetto importante della comunicazione sul posto di lavoro. Ad esempio, il segnale di scivolosità del pavimento triangolare giallo è importante per indicare che il pavimento è scivoloso. Tu e il tuo team sarete avvisati prima che si verifichino incidenti ed è responsabilità del team rispettare la segnaletica. La segnaletica chiara include avvertenze sugli spazi chiusi in cui potrebbero essere in corso lavori di costruzione.

Un posto di lavoro che trascuri la segnaletica di avvertimento o che i membri del personale ignorino l’avvertenza significa rischiare lesioni gravi. Tali incidenti fisici possono portare a danni interni, paralisi o morte. Si consiglia pertanto ai luoghi di lavoro di investire in una segnaletica chiara e al team di prestare attenzione di conseguenza.

Incoraggiare le pause di riposo

Lo spazio di lavoro deve incoraggiare le pause di riposo e il benessere. In un’impostazione manuale, potrebbe sembrare come fare una pausa all’ombra mentre ti raffreddi bevendo il succo o l’acqua forniti. Le pause di riposo manuali possono anche sembrare la creazione di programmi di lavoro, che consentono ai membri del team di ruotare le proprie ore di lavoro, facilitando così i tempi di riposo.

Se il tuo lavoro è in ufficio, le pause di riposo dovrebbero includere lo stretching. Anche stare seduti per ore alla scrivania sforzando gli occhi sullo schermo del computer può causare lesioni. Le pause di stretching includono ad esempio alzarsi e camminare ogni 30 minuti per favorire la circolazione sanguigna. Può anche significare allungare la schiena per evitare di incurvarsi nel tempo. Stare lontano dallo schermo del computer significa anche che tu e il tuo team potrete riposare gli occhi e godervi un po’ di luce naturale.

Eseguire la manutenzione ordinaria

La manutenzione ordinaria sul posto di lavoro evita infortuni. Il tipo di manutenzione richiesta dipende dall’area di lavoro. Ad esempio, in un cantiere, i macchinari utilizzati dal personale devono essere sottoposti a manutenzione ordinaria. Il personale dovrebbe anche essere formato per identificare i macchinari difettosi e riferire sulla manutenzione per evitare l’uso continuo di macchinari difettosi.

Anche lo spazio di lavoro generale deve essere mantenuto regolarmente, come il cablaggio elettrico, la riparazione di mobili rotti e la depurazione dell’acqua, tra gli altri. I membri del personale dovrebbero sentirsi abbastanza sicuri da segnalare qualsiasi aspetto che notano che richiede manutenzione e anche il team di manutenzione dovrebbe rispondere rapidamente in tal caso.

Rispettare orari di lavoro ragionevoli

Quando la direzione crea programmi o allinea mandati che richiedono al team di lavorare per orari prolungati, i rischi di lesioni aumentano. La costante mancanza di sonno provoca affaticamento. Quando uno è affaticato, diventa mentalmente rachitico nel tempo, il che significa che il suo tempo di reazione è più lento e la nitidezza della memoria diminuisce. La fatica non solo compromette la qualità del lavoro, ma mette a rischio l’incolumità dell’intera forza lavoro poiché si può ferire se stessi o altri, a seconda del tipo di lavoro.

In alcuni casi, i membri del personale si offriranno volontari per lavorare più ore, in particolare se il lavoro è pagato ogni ora. Si consiglia di incoraggiare i membri del personale a conoscere l’equilibrio tra lavoro e vita privata e gli effetti che la fatica ha sulla salute mentale.

Indossare dispositivi di protezione

In termini di lavoro manuale o lavori che gestiscono prodotti chimici, indossare dispositivi di protezione non è discutibile. Che si tratti di un elmetto per evitare lesioni dovute alla caduta di oggetti, di protezioni per proteggere la tua squadra dalle sostanze chimiche o di stivali da costruzione per proteggere te e i piedi della tua squadra, gli indumenti protettivi aumentano la sicurezza sul lavoro. I luoghi di lavoro dovrebbero garantire che ogni membro del personale abbia accesso all’abbigliamento protettivo proprio come i lavoratori richiedono gli articoli se non li hanno.

 

D.Lgs.81/08 Aprile 2022

Versione aggiornata ad Aprile 2022 del D.Lgs.81/08 nella versione pdf di Amato-Di Fiore

Edizione Aprile 2022

Novità in questa versione:

  • Inserita la lettera circolare Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale del 09/02/1995 ad oggetto “Utilizzo di elementi di impalcato metallico prefabbricato di tipo autorizzato in luogo di elementi di impalcato in legname” citata nella Circolare n. 29/2010 del 27/08/2010;
  • Inserito l’art. 78, commi 2-sexies, 2-septies, 2-octies e 2-novies del D.L. 17 marzo 2020, n. 18 convertito con modificazioni dalla L. 24 aprile 2020, n. 27, riguardante le visite mediche dei lavoratori a tempo determinato e stagionali del settore agricolo e della pesca;
  • Inserito il Decreto Interministeriale del 20/12/2021 di recepimento della direttiva n. 2019/1832/UE della Commissione del 24 ottobre 2019, che modifica l’Allegato VIII;
  • Inserito il Decreto Interministeriale del 27/12/2021 di recepimento della direttiva n. 2019/1833/UE della Commissione del 24 ottobre 2019, che modifica gli allegati XLIV, XLVI e XLVII;
  • Inserita la lettera circolare INL prot. n. 29 del 11/01/2022 ad oggetto “art. 13, D.L. n. 146/2021 conv. da L. n. 215/2021 – obbligo di comunicazione dei lavoratori autonomi occasionali”;
  • Inserita circolare del Ministero della Salute del 16/02/2022 ad oggetto: “invio dati dell’art. 40 e allegato 3B”;
  • Inserita la Circolare n. 1 del 16 febbraio 2022 ad oggetto “ 37, D.Lgs. n. 81/2008 come modificato dal D.L. n. 146/2021 (conv. da L. n. 215/2021) – obblighi formativi in materia di salute e sicurezza sul lavoro”;
  • Inserita la Nota INL prot. n. 393 del 01/03/2022 ad oggetto “art. 13, D.L. n. 146/2021 conv. da L. n. 215/2021 – obbligo di comunicazione dei lavoratori autonomi occasionali – integrazione FAQ del 27 gennaio 2022”;
  • Corretto un refuso relativo alla Polvere di silice cristallina respirabile dell’Allegato XLIII;
  • Inserita la Nota informativa di sostituzione della ISO 11228-1:2009 con la UNI ISO 11228-1:2022 Ergonomia – Movimentazione Manuale – Parte 1: Sollevamento, abbassamento e trasporto, in vigore dal 24/03/2022 (Allegato XXXIII).
  • Inserita la Nota per evidenziare che il D.lgs. 27 gennaio 2010, n. 17 (in SO n. 36, relativo alla G.U. 19/02/2010, n. 41) ha disposto (con l’art. 18, comma 1) l’abrogazione del D.P.R. 459/96, fatta salva la residua applicabilità delle disposizioni transitorie di cui all’articolo 11, commi 1 e 3.
portaleconsulenti download banca dati gratis
banca dati gratis

piattaforme digitali e sicurezza e salute sul lavoro

Lavoro mediante piattaforme digitali e sicurezza e salute sul lavoro: panoramica della regolamentazione, delle politiche, delle pratiche e della ricerca EU-OSHA 2022

DigitalizzazioneICT/digitalisation, Rischi emergenti, Stress e rischi psicosociali

Le tecnologie digitali stanno trasformando il mondo del lavoro nell’Unione europea. Le piattaforme di lavoro digitali sono il fulcro di questo cambiamento. Nonostante le nuove opportunità di lavoro che offrono, le comunità scientifiche e politiche hanno espresso preoccupazioni in merito alle condizioni lavorative e occupazionali nel settore delle piattaforme digitali, anche per quanto concerne la sicurezza e la salute.

La relazione offre delucidazioni riguardo alla sicurezza e salute sul lavoro (SSL) nel settore delle piattaforme digitali. Presenta i più recenti riscontri oggettivi riguardo a sfide e opportunità della SSL in questo tipo di lavoro ed esamina se e in che modo sono affrontate.

La relazione fornisce una panoramica della regolamentazione, delle politiche e delle pratiche che trattano la SSL nel settore del lavoro mediante piattaforme digitali. Contiene inoltre conclusioni e raccomandazioni per le varie parti interessate, prendendo in considerazione diversi tipi di lavoro mediante piattaforma.

Le piattaforme di lavoro digitali hanno rapidamente guadagnato terreno in Europa negli ultimi dieci anni (Eurofound, 2019a; Commissione europea, 2020).

I dati più citati sulla prevalenza del lavoro su piattaforma digitale provengono dalle due indagini COLLEEM, che confermano che la quota di persone che hanno mai prestato lavoro tramite piattaforme è aumentata dal 9,5 % nel 2017 a circa l’11 % nel 2018 nell’UE (Pesole et al., 2018; Urzi Brancati et al., 2020).

Il lavoro su piattaforma digitale è la principale forma di occupazione (coloro che forniscono manodopera tramite piattaforme almeno mensilmente e lavorano su piattaforme almeno 20 ore settimanali o guadagnano almeno il 50 % del loro reddito tramite piattaforme) per l’1,4 % della popolazione attiva, mentre un altro 10% lo fa a vari livelli di intensità e frequenza oltre ad altre forme occupazionali (Urzi Brancati et al., 2020; Eurofound, 2020).

La presente relazione riassume i principali risultati di un progetto di ricerca sul lavoro su piattaforma digitale svolto per conto dell’EU-OSHA nel 2021 che mira a contribuire a una migliore comprensione della sicurezza e della salute nel lavoro su piattaforma mappando le sfide e le opportunità in materia di SSL ed esplorando se e come questi vengono affrontati.

Si propone di fornire una panoramica della regolamentazione, delle politiche, delle pratiche e della ricerca riguardanti il lavoro sulle piattaforme digitali e il suo impatto sulla SSL. Sebbene le condizioni di lavoro e di occupazione del lavoro su piattaforma digitale abbiano recentemente ricevuto un’attenzione significativa nelle politiche e nella ricerca, questi problemi sono stati meno esplorati attraverso la lente della SSL.

portaleconsulenti download banca dati gratis
banca dati gratis